Citroen C1 GT

motori,auto,citroen,c1 gt,citroen c1 gt,tuning,auto elaborata,auto preparata,velocita,prestazioni,auto da corsa,

 

Citroen C1 GT, un connubio di emozioni cui già ci ha abituati la Pluriel, ma adesso abbiamo qualcosa in più, una vettura, sempre ideale anche per la città ma vestita da vera supercar disegnata da Franco Sbarro.

motori,auto,citroen,c1 gt,citroen c1 gt,tuning,auto elaborata,auto preparata,velocita,prestazioni,auto da corsa,

Aggressivo il propulsore, capace di spunti prestazionali di tutto rispetto, grazie ad un generoso propulsore di 1.600 cc. e 125 cavalli di potenza. Ma dove si nota la differenza con la Pluriel è nel design, ravvisabile immediatamente con uno sguardo veloce alla calandra con le sue grandi prese d’aria di cui dispone. Gli stessi sportelli rialzati, che impongono una certa dose di destrezza per scavalcarli e i sedili, di contro, ribassati, con il loro tipico assetto sportivo stile Recaro non sono che l’inizio dello stile particolare che si respira all’interno di C1 GT.

motori,auto,citroen,c1 gt,citroen c1 gt,tuning,auto elaborata,auto preparata,velocita,prestazioni,auto da corsa,

Il colore rosso vivo dell’alcantara, il volante ricoperto dalla pelle morbida piacevole al tatto, i profili che si mischiano ai colori forti dei rivestimenti, coi colori accesi, ma al contempo rilassanti dell’alluminio della pedaliera e del poggia piedi, inducono sensazioni quasi irripetibili. Tornando all’esterno, la vettura da un senso di robustezza che tradisce il peso, tutto sommato ragionevole, 900 chilogrammi per una vettura in grado di raggiungere la pazzesca velocità di 240 Km/h, raggiunta in un soffio e con quel rombo sordo, incessante del suo motore che pare fuoriuscire da dietro, ad ogni accelerata, ovvero da quegli scarichi cromati gemellati inox che costituiscono l’altra bella chicca di quest’auto dalle prestazioni eccelse.

motori,auto,citroen,c1 gt,citroen c1 gt,tuning,auto elaborata,auto preparata,velocita,prestazioni,auto da corsa,

Mosler MT 900

motori,auto,mosler,mt 900,mosler mt 900,auto da competizione,velocita,prestazioni,auto da corsa,auto esclusiva,supercar,

 

Per essere un’auto progettata al computer senza passare da concept o calchi di cera non c’è male davvero, parliamo della Mosler MT 900.

motori,auto,mosler,mt 900,mosler mt 900,auto da competizione,velocita,prestazioni,auto da corsa,auto esclusiva,supercar,

L’auto è la versione stradale di una vettura da competizione americana, viene offerta con motori Chevrolet Corvette, ha un peso “piuma”, 900 chilogrammi circa, grazie alla particolare fibra di carbonio con la quale è costruita, non è particolarmente accessoriata e di serie si presenta solamente con il climatizzatore, l’ impianto radio/CD, le sospensioni regolabili ed eventualmente la vernice metallizzata da pagarsi a parte, circa 400 euro.

motori,auto,mosler,mt 900,mosler mt 900,auto da competizione,velocita,prestazioni,auto da corsa,auto esclusiva,supercar,

Due i motori a disposizione, entrambi potentissimi, un 6,0 e un 7,0 litri ambedue a 8 cilindri, il primo eroga 425 cavalli di potenza, il secondo 560, tutti e due con cambio a 6 marce manuale o, a scelta a 6 sequenziale. La versione con propulsore più piccolo raggiunge una velocità massima di 290 Km/h, il secondo di 350, mentre le accelerazioni da 0 a 100 orari, per il 6,0 litri ,si assestano a 3,6 secondi, per il 7,0 litri a 3,1.

motori,auto,mosler,mt 900,mosler mt 900,auto da competizione,velocita,prestazioni,auto da corsa,auto esclusiva,supercar,

 

Brooke 260

motori,auto,brooke,brooke 260,concept car,supercar,williams,prestazioni,velocita,

 

Della Casa automobilistica Brooke non si conosce molto, ma dei propulsori che monta si sa tantissimo, ad esempio si conosce che a costruirlo è la Ford che presta la propria opera col suo propulsore da 2,3 litri, lo stesso di derivazione F1 montato sulle Williams.

motori,auto,brooke,brooke 260,concept car,supercar,williams,prestazioni,velocita,

Ed in effetti l’assetto della vettura è da auto da competizione, bassa, con una struttura adeguatamente ultraribassata che la costringe ad una elevata pesantezza di guida alle basse velocità ed ad una certa rigidezza trasmessa all’abitacolo che non ne magnifica di certo il confort.

motori,auto,brooke,brooke 260,concept car,supercar,williams,prestazioni,velocita,

Le prestazioni sono mozzafiato, 3 secondi per accelerare da ferma a 100 orari, per il resto, scorgendo le immagini della vettura, un salto nel passato è indiscutibile.

motori,auto,brooke,brooke 260,concept car,supercar,williams,prestazioni,velocita,

Lotus Exige S Type 72

lotus exige s type 72 001.jpg

La nuova Lotus Exige S Type 72 nasce per celebrare la Formula 1 Type 72 che fra il 1970 e il 1975 ha portato alla Casa inglese due titoli mondiali costruttori della massima serie (’70, ’72 e ’73), due titoli piloti (’70 e ’72) e 20 vittorie in altrettanti gran premi. Per ricordare un’auto da corsa così famosa e vincente, ancora ricordata dagli appassionati per la sua elegante livrea nera e oro dello sponsor JPS, la Lotus ha deciso di proporre lo stesso schema grafico sulla speciale Exige S Type 72, caratterizzata oltretutto da logo dipinti a mano, da una placca commemorativa numerata e da cerchi bicolore nero/oro in lega leggera.

lotus exige s type 72 003.jpg

 

 

Di serie è lo Sport Pack che prevede interni con finiture di alta qualità, sedili sportivi ricoperti in microfibra ProBax, roll bar d’acciaio T45, traction control, doppi radiatori per il raffreddamento dell’olio e barra antirollio anteriore regolabile. Il motore rimane il 1.8 supercharged da 223 CV della Exige S 2010, che sulla “Type 72” da 935 chilogrammi di peso permette di raggiungere i 233 km/h e di accelerare da 0 a 100 in 4,7 secondi. I consumi e le emissioni allo scarico restano invariati a 8,5 l/100 km e 199 g/km di CO2.

lotus exige s type 72 002.jpg

Fra gli equipaggiamenti opzionali che è possibile installare sulla Lotus Exige S Type 72 si segnalano il differenziale autobloccante, l’aria condizionata e il Performance Pack che include un potenziamento a 240 CV, freni maggiorati AP Racing, una presa d’aria più grande sul tetto, il traction control variabile e i launch control. La nuova versione commemorativa, venduta a 40.332 euro (tasse escluse), sarà prodotta in 20 esemplari per il Regno Unito, 20 esemplari per gli altri mercati europei e una piccola serie per Giappone e resto del mondo.

lotus exige s type 72 004.jpg