Peugeot 208 R2

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

La Peugeot R2 adotta lo stesso propulsore utilizzato per la versione stradale, ovvero un quattro cilindri 1.6 litri aspirato. Quest’ultimo però, appositamente preparato per risultare più performante, riesce ad erogare una potenza di 185 cavalli.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Le modifiche di maggior rilievo riguardano poi il servosterzo elettrico, sostituito da un idrosterzo, e l’aggiornamento di sospensioni e impianto frenante. Infine, anche gli pneumatici sono stati aggiornati, con una speciale serie prodotta dalla Michelin.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Se amate questo sport e volete comprarvi questa vettura dovrete staccare un assegno per un valore di circa 57.500 Euro. E’ disponibile inoltre una soluzione più economica, che visti i tempi di crisi potrebbe risultare per molti la scelta più appetibile per divertirsi senza spendere un’esagerazione, rappresentata da un kit di conversione per i modelli già immatricolati offerto a 37.500 Euro.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Citroen C1 GT

motori,auto,citroen,c1 gt,citroen c1 gt,tuning,auto elaborata,auto preparata,velocita,prestazioni,auto da corsa,

 

Citroen C1 GT, un connubio di emozioni cui già ci ha abituati la Pluriel, ma adesso abbiamo qualcosa in più, una vettura, sempre ideale anche per la città ma vestita da vera supercar disegnata da Franco Sbarro.

motori,auto,citroen,c1 gt,citroen c1 gt,tuning,auto elaborata,auto preparata,velocita,prestazioni,auto da corsa,

Aggressivo il propulsore, capace di spunti prestazionali di tutto rispetto, grazie ad un generoso propulsore di 1.600 cc. e 125 cavalli di potenza. Ma dove si nota la differenza con la Pluriel è nel design, ravvisabile immediatamente con uno sguardo veloce alla calandra con le sue grandi prese d’aria di cui dispone. Gli stessi sportelli rialzati, che impongono una certa dose di destrezza per scavalcarli e i sedili, di contro, ribassati, con il loro tipico assetto sportivo stile Recaro non sono che l’inizio dello stile particolare che si respira all’interno di C1 GT.

motori,auto,citroen,c1 gt,citroen c1 gt,tuning,auto elaborata,auto preparata,velocita,prestazioni,auto da corsa,

Il colore rosso vivo dell’alcantara, il volante ricoperto dalla pelle morbida piacevole al tatto, i profili che si mischiano ai colori forti dei rivestimenti, coi colori accesi, ma al contempo rilassanti dell’alluminio della pedaliera e del poggia piedi, inducono sensazioni quasi irripetibili. Tornando all’esterno, la vettura da un senso di robustezza che tradisce il peso, tutto sommato ragionevole, 900 chilogrammi per una vettura in grado di raggiungere la pazzesca velocità di 240 Km/h, raggiunta in un soffio e con quel rombo sordo, incessante del suo motore che pare fuoriuscire da dietro, ad ogni accelerata, ovvero da quegli scarichi cromati gemellati inox che costituiscono l’altra bella chicca di quest’auto dalle prestazioni eccelse.

motori,auto,citroen,c1 gt,citroen c1 gt,tuning,auto elaborata,auto preparata,velocita,prestazioni,auto da corsa,

Brabus Rocket 800

motori,auto,brabus,brabus rocket 800,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita,mercedes elaborata


 

La Brabus, preparatore tedesco specializzato in elaborazioni su base Mercedes, ha una lunga storia nella realizzazione di berline superveloci; una tradizione che risale al 1996, quando la Brabus E V12 divenne la Classe E più veloce del mondo con una punta di 330 km/h.

motori,auto,brabus,brabus rocket 800,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita,mercedes elaborata


A quella seguirono la E V12 Biturbo del 2003 da 350,2 km/h e la Brabus Rocket del 2006, basata sulla CLS e capace di arrivare a 365,7 km/h. Infine, la trasformazione è toccata alla più recente serie della Classe E, portata al record di 370 km/h.

motori,auto,brabus,brabus rocket 800,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita,mercedes elaborata

Al Salone di Francoforte 2011 la dinastia continua. La nuova Rocket 800 nasce dall’ultima generazione di CLS ed è spinta dal V12 biturbo in grado di erogare 800 CV e una coppia (autolimitata) di 1.100 Nm. La cubatura sale da 5.5 a 6.3 litri; l’intervento comporta modifiche profonde al propulsore, che adotta nuovi pistoni e un diverso albero a gomiti; la sovralimentazione prevede due turbocompressori e quattro intercooler acqua-aria.

 

motori,auto,brabus,brabus rocket 800,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita,mercedes elaborata


Il 12 cilindri è abbinato a un cambio quick-shift a 7 rapporti, azionabile anche con paddle al volante; è previsto anche un differenziale a slittamento limitato.

 

motori,auto,brabus,brabus rocket 800,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita,mercedes elaborata


Con i rapporti più lunghi, la Brabus Rocket 800 è in grado di superare la velocità massima di 370 km/h, diventando così la berlina omologata per uso stradale più veloce del mondo (ma per l’uso stradale è anche autolimitata a… 350 km/h); il preparatore tedesco dichiara anche uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,7″, da 0 a 200 in 9,8″ e da 0 a 300 in 23,8″.

motori,auto,brabus,brabus rocket 800,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita,mercedes elaborata

Gli interventi del tuner hanno riguardato anche l’aerodinamica della vettura, con spoiler e prese d’aria studiate in galleria del vento, le minigonne laterali che integrano luci a Led e il corpo vettura, che risulta più largo di 40 mm.

 

motori,auto,brabus,brabus rocket 800,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita,mercedes elaborata


Le sospensioni, studiate con la Bilstein, sono regolabili; la frenata è affidata anteriormente a dischi ventilati del diametro di 380 mm e posteriormente a dischi da 30 mm. Sui cerchi da 19″ possono essere montati pneumatici ad altissime prestazioni di Continental, Pirelli e Yokohama.

 

motori,auto,brabus,brabus rocket 800,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita,mercedes elaborata


Per quanto può valere per un’auto così, il consumo misto omologato è di 15,7 litri/100 km. La Brabus Rocket 800 viene prodotta su ordinazione a prezzi che partono, optional vari e allestimenti speciali esclusi, da 429.000 euro.

 

motori,auto,brabus,brabus rocket 800,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita,mercedes elaborata


Brabus Rocket

motori,auto,brabus,rocket,brabus rocket,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita

 

La berlina più veloce del mondo…. la Brabus Rocket.
Derivata dalla Mercedes CLS raggiunge la pazzesca velocità di 362,4 Km/h e un’accelerazione di 4 secondi per far raggiungere all’auto i 100 orari e di 10 per farla schizzare a 200!

motori,auto,brabus,rocket,brabus rocket,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita

Da paura anche i cavalli sprigionati da quest’auto, ben 730, grazie al 12 cilindri da 6,3 litri a trazione posteriore e cambio a 5 marce automatico.

motori,auto,brabus,rocket,brabus rocket,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita

Impressionante la meccanica di quest’auto con freni e sospensioni apparentemente esagerati, così come generosissimi sono anche i cerchi in lega leggera, 19 pollici, di ottimo disegno e sicuro effetto, con coperture Yokohama 255/35 ZR anteriormente e posteriormente, 285/30 ZR.

motori,auto,brabus,rocket,brabus rocket,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita

motori,auto,brabus,rocket,brabus rocket,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita

motori,auto,brabus,rocket,brabus rocket,tuning,mercedes,auto elaborata,fuoriserie,prestazioni,velocita

RUF RT 12

RUF RT 12_01.jpg

 

Si chiama RUF RT 12, la sportiva ad alto rendimento, derivata dalla Porsche, con motore biturbo ad altissime prestazioni nelle diverse versioni, di 530, 560 e 650 cavalli di potenza con un motore boxer a 6 cilindri di 3,8 litri di ultimissima generazione, capace di accelerazioni brucianti, da 0 a 100 orari in 3,8 secondi, grazie anche alla maneggevolezza del cambio manuale a sei velocità.

RUF RT 12_02.jpg

La RT 12, può essere fornita nella trazione integrale, a richiesta, o posteriore; esteticamente riconoscibile per i grossi paraurti, lo spoiler posteriore e gli specchi laterali in tinta con la carrozzeria, così come le prese d’aria per gli intercoolers integrati nella mascherina.

RUF RT 12_03.jpg

Efficace il potente impianto frenante con dischi autoventilati di grande diametro per un’auto capace di raggiungere i 400 orari. Interessante la possibilità di agire su un meccanismo in grado di sollevarla dal suolo di ulteriori 50 mm. per muoversi laddove i terreni risultassero più accidentati o più difficili le manovre di parcheggio.

RUF RT 12_04.jpg

Caratteristici gli interni, caratterizzati da luce verde soffusa che si integrano con l’alluminio che conferisce all’interno un ambiente moderno e classico al contempo, cui fa da sfondo la gradevolissima alcantara degli inserti.

 

 

Una vettura capace di coniugare al meglio la duplice veste di auto sportiva e confortevole al contempo, nel prestigio, unico, che solo una vettura del genere può dare.

 

BMW 645 Ci Hartge 5.1

Hartge 645 Ci_01.jpg

 

Hartge, famoso tuner tedesco, di “casa” alla BMW, presenta BMW 645 Ci 5.1, una vettura modificata a tutto vantaggio delle prestazioni e, per chi ama le auto elaborate, con sostanziali cambiamenti anche in ordine all’estetica.

Hartge 645 Ci_02.jpg

Il motore ha subito i primi rimaneggiamenti, con l’adozione di un 8 cilindri e una motorizzazione di 5,1 litri con una potenza di 420 cavalli con coppia di torsione di 520 Nm. Questo ha comportato un aumento delle prestazioni, immediatamente verificabile con l’evidenza dell’accelerazione, adesso, indicata in soli 4,9 secondi per passare da 0 a 100 orari così come la velocità massima, aumentata a 290 Km/h.

Hartge 645 Ci_03.jpg

Ottima la tenuta di strada, con l’adozione di nuovi pneumatici, Pirelli o Continental, posteriormente di misura 255/30-21” e anteriormente 295/25-21 ‘’. Ottimo l’impianto di frenatura con l’adozione di dischi di maggiori dimensioni, perfettamente in linea col duro lavoro da svolgere, se si considera anche il peso notevole della vettura, circa 1.700 chilogrammi.

Hartge 645 Ci_04.jpg

Facilmente riconoscibile, esteticamente, la nuova Hartge, si presenta con nuovo spoiler anteriore e più generose griglie di aerazione alle cui estremità fanno bella mostra di sè i nuovi gruppi ottici integrati alla carrozzeria, mentre posteriormente i doppi scarichi cromati conferiscono anche un diverso effetto acustico alla vettura, contraddistinta da un rombo cupo e sordo in accelerazione. Belli anche i nuovi cerchi in lega leggera di 21 pollici che spiccano sulle fiancate leggermente bombate che conferiscono un aspetto globale alla vettura, particolarmente aggressivo.

Hartge 645 Ci_05.jpg

Anche internamente sono state apportati diversi cambiamenti volti ad abbellire, ma soprattutto a rendere inequivocabilmente caratteristico, l’aspetto di quest’auto, partendo dagli interni in pelle nera, per culminare sulla strumentazione sofisticata di questa Hartge, interamente contorniata da profili in alluminio che conferiscono anche quell’aspetto di vettura moderna e, ancora una volta, sportiva.

Hartge 645 Ci_06.jpg

Effetto rilasciato anche dai profili che rivestono anche i pannelli laterali, il pomello del cambio e la leva del freno a mano, dove, l’importante marchio della Casa, campeggia ovunque, pronto a farsi cogliere da coloro i quali si appassionano a vetture del genere.

Hartge 645 Ci_07.jpg
Hartge 645 Ci_08.jpg

Sportec SPR1

sportec_spr1_01.jpg

 

Le auto tedesche sono le più amate dai tuner e quelle che vantano il maggior numero di preparatori ufficiali. Quanto appena detto non va inteso come se si volesse dire che siano le migliori da elaborare o le più bisognose di attenzioni per migliorarle; la motivazione è che in Germania v’è un organismo, il TUV, che si occupa, tra le altre cose, di valutare i singoli interventi e consente, quindi, la modifica delle vetture nel pieno rispetto della legge. Anche dal punto di vista fiscale è tutto in regola, infatti, un’auto che monta un motore raddoppiato di cubatura o in grado di esprimere il doppio della potenza vedrà raddoppiati bollo e assicurazione.

sportec_spr1_02.jpg

Con questa premessa si è in grado di capire lo spirito con cui Sportec ha profondamente modificato il propulsore delle Porsche Cayman S e Boxster S. Profondamente significa ben 700 (settecento) cavalli, cioè la potenza è più che raddoppiata (la Cayman S ne ha “soltanto” 295).

sportec_spr1_03.jpg

Dopotutto, i tester di tutto il mondo hanno sempre decantato le lodi del telaio di questa due posti ed è stato sempre chiaro a tutti che l’unico motivo per cui Porsche non ha mai installato propulsori più potenti su di esso è stato per evitare la sovrapposizione di offerta con la gamma 911.

sportec_spr1_04.jpg

Il tuner svizzero, invece, non si è posto di questi problemi e ha spremuto al massimo il motore a 6 cilindri contrapposti di 3,6 litri riuscendo a tirar fuori 700 cavalli a 7200 giri/min, creando la Sportec SPR1. Grazie a questa ipervitaminosi, la piccola Porsche vola fino a 364 km/h, superando i 100 km/h in 3,2 secondi, i 200 in 9,5 e i 300 in 21,1.

sportec_spr1_05.jpg

Per chi non fosse soddisfatto di questi risultati, si può scegliere il propulsore T80 al posto del T70 che, anche grazie alla riduzione di peso da 1360 a 1345kg, è in grado di sprigionare 800 cavalli e di far superare all’auto i 380 km/h. Le accelerazioni sono ancor più brucianti: partendo da fermo il cronometro si ferma a 3 secondi netti al raggiungimento dei 100 km/h e poi a 8,6 e 18,9 rispettivamente alla soglia dei 200 e dei 300 km/h.

sportec_spr1_06.jpg

 

Koenigsegg CCX

Koenigsegg_CCX_01.jpg

 

Se qualcuno non conoscesse il marchio Koenigsegg, gli basti sapere che una delle sue creature, la CCR, supercar dotata di 810 cv e 920 Nm, per un po’ di tempo è stata la regina della velocità, ovvero l’auto stradale capace di raggiungere i 387,87 km/h sull’anello di Nardò! Poi è arrivata la Bugatti Veyron che si è presa prepotentemente il record, grazie ai suoi 1001 cavalli e i 407 km/h di punta.

Koenigsegg_CCX_02.jpg

Bassa, larga, con l’abitacolo quasi circolare e il parabrezza che diventa un tutt’uno con i cristalli laterali (brillante soluzione per eliminare l’angolo morto che solitamente il primo montante crea).

Koenigsegg_CCX_03.jpg

Questa nuova supercar, però, non partecipa alla “gara” con le altre per la maggior potenza o velocità di punta. Si concentra, infatti, sul piacere di guida; in effetti le sue caratteristiche peculiari non sono “da record”, ma sono comunque sbalorditive: V8 da 4200 cc, 806 cv, circa 1100 kg di peso, 3,2 secondi per lo 0-100 km/h, 31 metri per frenare da 100 a 0 km/h e una velocità massima di 395 km/h.

Koenigsegg_CCX_04.jpg

Nonostante il peso contenuto, la dotazione di questo mostro su strada è ricca: climatizzatore automatico, ABS, vetri elettrici, Airbag, controllo dell’altezza da terra, controllo di trazione, telo copri auto, interni in pelle. Il tutto per il modico prezzo di 458.000 Euro. Certo, per pagarla così “poco” bisogna accontentarsi di rinunciare ad optional importanti come il navigatore satellitare (5000 Euro) e i dischi dei freni in ceramica (15000 Euro).

Koenigsegg_CCX_05.jpg

 

Mercedes CLS 63 AMG

mercedes_cls_63amg_01.jpg

 

Il propulsore, protagonista di quest’auto, è un notevolissimo otto cilindri a V di 6,3 litri, gemello di quelli delle classi ML e R. La potenza, che si attesta sui 514 cavalli, e la coppia, che arriva a ben 630 Nm, ne fanno uno dei migliori motori mai progettati. Appena nato già si pone in cima alle classifiche dei motoristi: nessun altro V8 è in grado, infatti, di eguagliare la potenza specifica e la coppia che questo motore è in grado di sprigionare.

mercedes_cls_63amg_03.jpg

Va da se che su strada le prestazioni siano rapportate: l’accelerazione da 0 a 100 km/h è di 4,5 secondi, ovvero due decimi in meno rispetto a quelli dell’M5 di cui sopra (a favore della CLS giocano 7 cavalli e un mare di coppia in più); putroppo la velocità massima è autolimitata, come da accordi tra i costruttori tedeschi, a 250 km/h, ma il fondoscala del tachimetro arriva fino a 320 km/h.

mercedes_cls_63amg_02.jpg

Chiaramente non è questa l’unica caratteristica interessante dell’auto: il cambio automatico 7G-Tronic – dove 7 è il numero di rapporti -, sospensioni sportive ad aria e un impianto frenante ad alte prestazioni con dischi in materiale composito. All’interno, nonostante la caratterizzazione sportiva, non ci si riesce a dimenticare che si è dentro una Mercedes: i raffinati interni in pelle sono stati adattati al nuovo carattere dell’auto senza rinunciare al lusso, al comfort e alla ricca tecnologia.

Saleen S281

Saleen S281 01.jpg

 

Derivata dalla Ford Mustang, della quale sfrutta l’ intero pianale, la Saleen S281 è una bella coupè da 4,6 litri a 8 cilindri, disponibile anche in versione roadester. Pur in versione coupè, chiusa da un tetto fisso dotato di filtri anti raggi U.V.A. , concede ai passeggeri quella sensazione di contatto con la natura, durante i viaggi, senza subire il disagio di spostamenti completamente scoperti, subendo le intemperie della natura stessa.

Saleen S281 02.jpg

La vettura sviluppa una potenza di 330 Cv., si evince da questo che stiamo parlando di un motore dallo scatto felino, definito quinta essenza della forza propulsiva. L’ auto si avvale di un cambio a cinque velocità, automatico o manuale a richiesta, presenta delle linee estetiche molto vicine alla Mustang della Ford ma caratterizzate da una spiccata personalità e da un profilo molto aggressivo.

Saleen S281 03.jpg

Belli gli interni in pelle, a richiesta disponibili con tonalità uguali della carrozzeria.

Saleen S281 04.jpg
 
Saleen S281 05.jpg
 
Saleen S281 06.jpg