Proton Satria Neo

motori,auto,proton,satria,satria neo,proton satria neo,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

Proton è il più importante Costruttore automobilistico malese, ma è un marchio poco conosciuto nell’Europa continentale. Dalla fine degli anni ’80 vende regolarmente alcuni modelli solo nel Regno Unito e si tratta di auto spartane, nate originariamente per mercati meno sviluppati.

motori,auto,proton,satria,satria neo,proton satria neo,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Solo nel 1996 la Proton è balzata agli onori delle cronache anche dalle nostre parti per via dell’acquisto della Lotus, la celebre factory inglese di auto sportive…

motori,auto,proton,satria,satria neo,proton satria neo,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La Proton Satria Neo è il modello compatto di Casa Proton che per la prima volta è stato sviluppato con un occhio di riguardo ai gusti degli europei. Molti colleghi della stampa inglese l’hanno definita la più bella e interessante Proton di tutti i tempi.

motori,auto,proton,satria,satria neo,proton satria neo,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Le dimensioni della Satria Neo sono di poco inferiori a quelle di una Grande Punto (è lunga 3,9 metri) e questo modello si caratterizza proprio per una vocazione cittadina che non preclude comunque un impiego dell’auto per lunghe percorrenze in tutta sicurezza, confort e con un’adeguata disponibilità di spazio a bordo (la capacità di carico è di 286 litri).

motori,auto,proton,satria,satria neo,proton satria neo,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

 Non ci sono ovviamente supertecnologici diesel common rail, ma due unità a benzina che fanno il loro dovere con 94 o 111 cavalli. La versione 1.6 a 16v può inoltre essere equipaggiata con un cambio automatico. Le prestazioni sono “corrette”: per accelerare da 0 a 100 km/h, Proton dichiara 12,1 secondi per la Satria Neo 1.3 e 11,5 secondi per la 1.6.

motori,auto,proton,satria,satria neo,proton satria neo,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La dotazione di serie di questa nuova Proton include due airbag, ABS con ripartitore di frenata, sensori di parcheggio e cinture di sicurezza con pretensionatore. Il tutto ad un prezzo di partenza chiavi in mano di 7.995 pound equivalenti a poco meno di 12 mila Euro.

 

motori,auto,proton,satria,satria neo,proton satria neo,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Articolo di: Alessandro Lago

 

Fonte: Omniauto.it

 

Hyundai Sonica – Hyundai Sonata Quarta serie (dal 2004)

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

La Hyundai Sonica è una berlina di segmento D prodotta dalla casa automobilistica coreana Hyundai Motor Company a partire dal 1987 come erede del modello Hyundai Stellar. La denominazioni Sonica è stata adottata solo sul mercato italiano a partire dalla seconda serie mentre nel resto del mondo la vettura viene tuttora venduta come Hyundai Sonata.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La quarta serie viene presentata in Corea nell’agosto del 2004 per essere venduta alcuni mesi più tardi, ma la prima europea avviene al Salone dell’auto di Parigi nel 2005 per essere importata a partire dal 2006. Progettata per andare maggiormente incontro alle esigenze del pubblico europeo grazie allo stile molto più spigoloso ed elegante che presenta linee rette e parallele, la quarta generazione introduce il nuovo family feeling della gamma Hyundai che sarà ripreso anche dai modelli Santa Fe e ix55 che saranno lanciati alcuni mesi più tardi.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Passaruota laterali più larghi, numerose cromature esterne e nuovi interni che utilizzano delle plastiche di qualità notevole e materiali morbidi al tatto. Disponibile la plancia bicolore e gli inserti in alluminio o legno. La carrozzeria raggiunge i 4,80 metri di lunghezza con un passo di 2,73 metri. Il bagagliaio ha un volume minimo di 523 litri.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Nota come Progetto NF la quarta serie di Sonica utilizza una nuova piattaforma di base che adotta uno schema sospensivo configurato come quadrilateri alti deformabili all’avantreno e Multilink a 5 bracci al retrotreno (una delle poche vetture della categoria ad offrire un comparto tecnico così raffinato).

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Curata la sicurezza grazie all’adozione di serie di 6 airbag (frontali, laterali e per la testa), controllo elettronico della stabilità e della trazione, poggiatesta anteriori attivi e sensori di parcheggio posteriori. Nei crash test EuroNCAP venne testata nel 2006 totalizzando il punteggio complessivo di 4 stelle (su massimo 5) nell’urto frontale, 4 stelle (su 5) nella protezione bambini e 2 stelle nell’investimento pedoni (su un massimo di 4).

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


In Italia la Sonica NF viene proposta in un unico allestimento Dynamic che comprende una ricca dotazione di serie. Solo dal 2007 si è aggiunta la versione Active disponibile esclusivamente con il motore di punta (il 3.3 V6 Λ Lambda) che si pone un gradino più in basso rispetto al Dynamic (con un consequenziale calo dei prezzi di listino).

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


La NF viene prodotta ad Asan in Corea come le prime tre generazioni e in Alabama negli Stati Uniti in seguito alla forte domanda proveniente dagli stati americani. La Sonica viene anche importata in India sotto il nome Hyundai Sonata Embera e in Russia rinominata Hyundai NF.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Il modello ristilizzato venne esposto già al Salone di Ginevra nel 2008 ma entrò in produzione solo verso la fine dell’anno come model year 2009. Nuova calandra cromata e paraurti ridisegnato. Inalterata la forma dei fanali anteriori ma disponibili nella colorazione a sfondo chiaro. La coda presenta anch’essa cromature e nuovi profili estetici che rendono ancor più dinamica la linea. Modifiche anche per gli interni dove debuttano i nuovi diffusori dell’impianto di climatizzazione di forma arrotondata e nuove rifiniture in legno di tonalità più chiara rispetto al passato. Tra gli optional è disponibile anche il navigatore satellitare con schermo a colori ma non viene montato per gli esemplari importati in Italia.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


La potenza massima dei propulsori è stata incrementata del 20% mentre i consumi e le emissioni sono calati del 10%. In particolare debuttano i nuovi motori 4 cilindri benzina θ Theta II oltre al turbodiesel da 150 cavalli. La Sonica restyling viene venduta in Italia a partire dal 2009 mentre sul mercato interno viene venduta sotto la denominazione Sonata Transform.

 

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

 

Motorizzazioni

 

La gamma motori completamente nuova si compone di tre benzina a fasatura variabile delle valvole CVVT, sia a 4 cilindri da 2.0 e 2.4 cm³ (famiglia motoristica θ Theta II) che 6 cilindri a V da 3.3 cm³ (famiglia motoristica Λ Lambda). Il motore 2.0 CVVT è disponibile sia con cambio manuale a 5 rapporti che automatico H-Matic a 4. Il 2.4 è disponibile solo con trasmissione manuale a 5 marce mentre il 3.3 è disponibile con cambio automatico sequenziale a 5 rapporti.

 

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Per la prima volta viene introdotto anche un motore turbodiesel common rail realizzato in collaborazione con l’italiana VM Motori: si tratta di un 2.0 denominato CRDI dotato di turbina a geometria variabile (VGT) e di 140 cavalli di potenza massima (incrementata a 150 cavalli dal restyling 2008). Abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti o automatico sequenziale H-Matic a 4 rapporti dispone di 305 N·m di coppia massima erogata a 2.000 giri al minuto.

 

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Hyundai Sonica – Hyundai Sonata terza serie (1998-2005)

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

La Hyundai Sonica è una berlina di segmento D prodotta dalla casa automobilistica coreana Hyundai Motor Company a partire dal 1987 come erede del modello Hyundai Stellar. La denominazioni Sonica è stata adottata solo sul mercato italiano a partire dalla seconda serie mentre nel resto del mondo la vettura viene tuttora venduta come Hyundai Sonata.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La terza serie debutta nel 1998 e segna una svolta per la berlina di casa Hyundai. Realizzata su un telaio di base completamente nuovo utilizza nuove sospensioni anteriori McPherson mentre al retrotreno debutta un più raffinato schema a bracci multipli (Multilink) in grado di migliorare in modo notevole la stabilità in curva della vettura.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Il design abbandona lo stile squadrato delle generazioni Y1 e Y2 per adottare una carrozzeria moderna e filante priva di spigoli e arrotondata. Il frontale presenta proiettori circolari mentre la coda dispone anch’essa di fanaleria di forma arrotondata e un nuovo portellone sagomato in modo da formare uno spoiler. La targa posteriore è stata spostata sul paraurti e il baule presenta una fascia di colore grigio dove viene applicato il marchio identificativo del modello.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Gli interni presentano plastiche assemblate con maggiore cura e precisione rispetto al passato e nuovi abbinamenti multicolore (nero, grigio, crema e rifiniture in plastica che imitano il legno). La nuova Sonica è stata ritenuta dalla clientela molto più affidabile e qualitativamente ben fatta. Sullo stesso telaio della Sonica terza serie è stato costruito lo Sport utility vehicle Hyundai Santa Fe e la berlina Kia Magentis.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Tutte queste migliorie hanno contribuito all’abbandono del codice progettuale Y (che denominava le prime due generazioni di Sonica) per adottare la sigla EF.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Il bagagliaio è stato rimpicciolito a 375 litri, di conseguenza lo spazio interno è aumentato di alcuni centimetri. Il serbatoio misura una capacità di 65 litri.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Nel 2001 venne presentato un lieve aggiornamento estetico frontale (nuova mascherina e indicatori di direzione laterali posizionati nei parafanghi) mentre un restyling pesante venne offerto a partire dal 2002. Frontale completamente nuovo che presenta un nuovo gruppo fari-mascherina.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Nuove nervature caratterizzano il paraurti mentre il cofano (grazie all’adozione della nuova fanaleria circolare semi-sdoppiata sembra che sia stato allungato). La coda invece reintroduce la targa sul portellone, rinnovati sia la fanaleria che il paraurti. Migliorate le plastiche interne e motorizzazioni potenziate e riviste sotto il profilo delle emissioni di anidride carbonica.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La Sonica EF è stata prodotta ad Asan in Corea ma dal 2002 viene assemblata anche per il mercato cinese presso lo stabilimento di Pechino e in Russia tramite una joint venture effettuata con l’azienda TagAZ. Sul mercato indiano la vettura venne importata sotto la denominazione Sonata Gold.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

 

Motorizzazioni 

 

Al lancio europeo la Sonica era disponibile in due motorizzazioni a benzina: il 2.0i 16V con 4 cilindri disponeva di 125 cavalli ed era in grado di uno scatto da 0 a 100 km/h in 11,0 secondi. Il 2.5i V6 δ Delta erogava 160 cavalli e scattava da 0-100 in 8,5 secondi per toccare la velocità massima di 200 km/h. Entrambi i motori erano disponibili sia con cambio manuale a 5 marce che automatico a 4. In Italia la Sonica EF venne proposta fino al 2002 in due versioni: la GLS Comfort e la più lussuosa GLS Max.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Per il mercato americano ed asiatico la Sonica veniva prodotta con due motori benzina di cubature leggermente superiori rispetto ai motori europei: un 2.4 16V benzina da 140 cavalli e un 2.5 V6 potenziato a 170 cavalli entrambi abbinati al cambio automatico.

Con il restyling del 2002 il motore 2.0 europeo venne potenziato a 131 cavalli e il 2.5 V6 venne sostituito dal nuovo 2.7 V6 δ Delta con 24 valvole capace di 172 cavalli disponibile solo con trasmissione automatica sequenziale H-Matic a 4 rapporti. Per l’America al posto del 2,0 litri venne proposto il solito 2.4 potenziato a 151 cavalli. In Italia è stata venduta a partire dal 2002 in un unico allestimento denominato GLS Premium.

 

Hyundai Sonica – Hyundai Sonata seconda serie (1993-1998)

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

La Hyundai Sonica è una berlina di segmento D prodotta dalla casa automobilistica coreana Hyundai Motor Company a partire dal 1987 come erede del modello Hyundai Stellar. La denominazioni Sonica è stata adottata solo sul mercato italiano a partire dalla seconda serie mentre nel resto del mondo la vettura viene tuttora venduta come Hyundai Sonata.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La seconda serie venne introdotta in Corea nel 1993 e l’anno seguente in Europa. Realizzata sul telaio rivisto della precedente generazione, utilizza in Italia la denominazione Sonica scelta dai vertici Hyundai per sottolineare le numerose novità introdotte al modello grazie alla carrozzeria completamente ridisegnata e caratterizzata da un design molto più filante e armonico (definito appunto Sonico) rispetto alla Y1.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Il Progetto Y2 sfrutta la geometria sospensiva delle precedente serie opportunamente rivista e irrigidita per adattarsi al meglio alle esigenze del pubblico europeo. La coda presenta un’inedita fanaleria composta da due fari collegati tra di loro. Gli interni rinnovati sono realizzati con plastiche di qualità superiore rispetto alla Sonata Y1 ma ritenuti non ancora all’altezza delle rivali europee più blasonate come la Volkswagen Passat.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Numerosi sono gli accessori introdotti come il climatizzatore e gli airbag frontali ma a causa della scarsa attenzione alla sicurezza automobilistica dei tecnici Hyundai e all’affidabilità solo modesta, le vendite in Europa e in America non furono positive. Il coefficiente di resistenza aerodinamica registrato è pari ad un valore di 0,35.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Un leggero restyling venne presentato nel 1996 che ne modificò il frontale: nuova mascherina, paraurti ridisegnato caratterizzato da nuove prese d’aria e nervature e nuova fanaleria. La Sonica Y2 venne prodotta solo in Sud Corea fino al 1998 quando venne presentata la terza generazione.

 

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

 

Motorizzazioni

 

I motori alimentati a benzina sono gli stessi della prima serie rivisti sotto il profilo dei consumi e delle emissioni nocive. In Europa il 2.0i venne offerto in un primo momento nello step da 105 cavalli abbinato sia ad una trasmissione manuale a 5 rapporti che ad un’automatica a 4 rapporti, mentre in seguito venne potenziato a 139 cavalli.

 

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Il motore 3.0 V6 proposto anche in Europa (in particolare in Germania) disponeva di 146 cavalli ma venne accusato di consumi di carburante fin troppo alti per la cubatura anche a causa del cambio automatico di serie che penalizzava le prestazioni.

 

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


In alcuni paesi come l’Italia a partire dal restyling 1996 venne offerto anche il piccolo 1.8i depotenziato a 86 cavalli e il 2.0i con potenza di 95 e 125 cavalli.

 

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Hyundai Sonica – Hyundai Sonata prima serie (1987-1993)

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

La Hyundai Sonica è una berlina di segmento D prodotta dalla casa automobilistica coreana Hyundai Motor Company a partire dal 1987 come erede del modello Hyundai Stellar. La denominazioni Sonica è stata adottata solo sul mercato italiano a partire dalla seconda serie mentre nel resto del mondo la vettura viene tuttora venduta come Hyundai Sonata.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La prima generazione di Sonata (Progetto Y1) debuttò nel novembre del 1985 per entrare in produzione nel giugno del 1987. Si tratta della prima grande berlina con carrozzeria a 4 porte per 5 posti a sedere sviluppata dalla casa coreana senza l’ausilio di joint venture esterne. Il pianale sfruttava un’architettura a motore anteriore trasversale con ruote motrici anteriori e presenta sospensioni a ruote indipendenti con schema McPherson all’avantreno e ruote interconnesse da un ponte torcente al retrotreno (barra Panhard).

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


La linea moderna e pulita per l’epoca è frutto del centro stile Italdesign di Giorgetto Giugiaro e ha permesso alla Sonata di ritagliarsi uno spazio persino sul mercato europeo nonostante le vendite fossero abbastanza modeste. Risultati migliori vennero registrati in Corea e in America del Nord dove la vettura veniva assemblata presso gli stabilimenti di Asan (Sud Corea) e Bromont in Québec (Canada).

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


La Sonata Y1 disponeva di ammortizzatori idraulici su tutte e 4 le ruote e di un impianto frenante a dischi autoventilati all’anteriore mentre al posteriore i classici tamburi, servofreno a depressione. Scatola guida a cremagliera e servocomando idraulico. Il serbatoio possedeva una capacità massima pari a 60 litri mentre il bagagliaio aveva un volume minimo di 395 litri.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Restyling 1992

 

Un facelift venne presentato nel 1992; per l’occasione venne rinnovata la mascherina frontale ora di forma circolare e vennero adottati i nuovi paraurti anteriori disponibili nello stesso colore della carrozzeria. Migliorate anche le rifiniture interne mentre la carrozzeria era disponibile in nuove colorazioni. Sul mercato italiano ed americano la Sonata venne proposta in due livelli di allestimenti: GL il più economico e GLS il più lussuoso. Tra i motori sul mercato statunitense venne introdotto un nuovo 2,0 litri benzina di derivazione Mitsubishi (famiglia motoristica Sirius) dotato di turbo e di 131 cavalli.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Motorizzazioni

 

Le motorizzazioni sono stati sviluppate a partire dalla precedenti unità che equipaggiavano la Stellar. La gamma motori europea si componeva del piccolo 1.8i benzina a 8 valvole con 4 cilindri capace di 97 cavalli a 5.200 giri al minuto e di 145 N m di coppia massima erogati a 4.100 giri al minuto. Il 2.0i invece disponeva di 104 cavalli erogati a 4.950 giri/min per una coppia massima di 159 N m a 3.500 giri/min. Entrambi i propulsori dispongono dell’iniezione elettronica multipoint Mitsubishi MPI e di cambio manuale a 5 rapporti. Solo per il 2,0 litri era disponibile tra gli optional il cambio automatico a 4 rapporti.

hyundai,sonica,sonata,hyundai sonica,hyundai sonata,familiare,berlina,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Per il mercato europeo, asiatico e americano la Sonata era disponibile anche con un motore 3.0i V6 a benzina sempre di derivazione Mitsubishi capace di 146 cavalli e abbinato ad un cambio automatico a 4 rapporti con convertitore oltre ad un 2.4i sempre a benzina capace di 113 cavalli. Per un breve periodo (dal 1992 al 1993) il motore 2.4i è stato sostituito dal più compatto 2.0i dotato di turbocompressore e capace di 131 cavalli (96 kw).

 

Chevrolet Cruze

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,


 

La Chevrolet Cruze è un’autovettura media prodotta dal 2009 dalla casa automobilistica coreana Daewoo ( ora GM Korea poiché facente parte del gruppo statunitense General Motors). La vettura sostituisce in Europa la Chevrolet Nubira mentre nei mercati asiatici viene venduta sotto la denominazione Daewoo Lacetti Premiere mentre in Australia è conosciuta come Holden Cruze.

Nel 2011 con 704.691 unità vendute la Cruze si piazza all’ottavo posto delle vetture più vendute al mondo.

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,

Progettata un po’ da tutti i centri di ricerca e sviluppo che la General Motors possiede in Europa, America, Australia, Cina e Corea del Sud, la Cruze nasce per sostituire numerosi modelli (oltre la Nubira) prodotti in tutto il mondo, come la Chevrolet Cobalt venduta nei soli Stati Uniti, l’australiana Holden Viva, la Pontiac G5 venduta nelle Americhe e la Chevrolet Optra venduta nei paesi emergenti. La nuova world car oltre ad adottare un’unica denominazione a seconda del marchio produttore è stata progettata su di una piattaforma totalmente nuova (telaio Delta II) sviluppata dai tecnici del marchio Opel per adattarsi anche per la quarta serie della Astra.

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,


Il design anticipa le linee delle future vetture del marchio, caratterizzate da un frontale spigoloso dotato di una mascherina di grandi dimensioni, fari sfuggenti e nervature sul cofano. La coda molto più tradizionale possiede una fanaleria vagamente ispirata alla concorrenza tedesca. Lunga circa 4,60 metri la nuova Cruze adotta uno schema di sospensioni semplici e poco costoso da produrre configurato come MacPherson per l’avantreno e ponte torcente al retrotreno. La struttura telaistica è stata progettata per ottenere il massimo punteggio nei test di sicurezza EuroNCAP.

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,


Gli interni elaborati in Germania risultano ispirati alla Opel Insignia ma segnano un netto passo in avanti in fatto di qualità rispetto alla vecchia Nubira, dove si nota un andamento della plancia in modo da formare una V centrale. Numerosi gli elementi di rifinitura; dalle classiche plastiche di colore scuro agli abbinamenti bicolore argentati oppure in simil radica. La strumentazione possiede una retroilluminazione a Led di colore bianco e blu.

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,


In Europa la Cruze viene presentata al Salone di Parigi edizione 2008 annunciandone l’arrivo entro un paio di anni anche delle versioni Station Wagon e Hatchback a 2 volumi. Le vendite in Italia sono iniziate nel 2009.

Di due anni più tardi è, invece, il debutto della versione due volumi e cinque porte. Rispetto alla versione a quattro porte è venti kg più pesante, otto centimetri più corta ed ha un baule di dimensioni meno generose seppur maggiormente flessibile e versatile nell’utilizzo dello spazio per passeggeri e bagagli. Gli allestimenti e le motorizzazioni (1.6 a benzina, 2.0 a gasolio e 1.8 con doppia alimentazione benzina/gpl) rimangono gli stessi della versione più lunga.

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,


Invece al Salone dell’ Automobile di Parigi del 2012 viene presentata la versione station wagon, che è lunga 468 cm, 180 cm è larga e 148 cm è alta. Il bagagliaio cresce a 500 litri di capacità minima, e a sedili reclinati raggiunge l’ ottima capacita di 1478 litri.

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,


Contemporaneamente alla versione giardinetta della Cruze arriva anche il lieve restyling di metà carriera. Cambiano gli alloggiamenti per i fendinebbia nel frontale e viene leggermente ridisegnato il paraurti anteriore. La griglia frontale, pur rimanendo delle stesse dimensioni, non è più a nido d’ ape ma a listelli cromati.

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,

La Cruze viene prodotta dal 24 febbraio 2009 presso gli stabilimenti Sud Coreani di Incheon; da questo provengono gli esemplari importati in Europa. In contemporanea alla Corea è partita la produzione a San Pietroburgo in Russia in un impianto nuovo inaugurato nei primi mesi del 2009 destinato a produrre anche le Opel Astra e le Chevrolet Captiva. Dalla fine del 2009 partirà la produzione in Cina mentre dal 2010 la vettura sarà assemblata in America (a Lordstown nell’Ohio), in Thailandia e nel sud dell’Australia presso gli stabilimenti Holden di Elizabeth.

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,

La gamma propulsori della Cruze è composta da tre motorizzazioni benzina più una variante bifuel prodotta in Italia dalla BRC, e un motore turbodiesel progettato dalla VM Motori sotto il nome di RA 420 SOHC grazie ad un accordo effettuato nel 2005 con la GM. Attualmente questo motore non fa parte della produzione VM viene bensì prodotto su licenza GM-Daewoo e Hyundai Motor Company. nelle versioni adatte alle rispettive applicazioni. Tutti i propulsori sono omologati secondo i parametri della normativa Euro 5 ad eccezione del 2.0 VCDI che comunque presenta il filtro antiparticolato di serie nonostante sia Euro 4. Il motore 1.8 16V Ecotec (disponibile in Italia con doppia alimentazione benzina/gpl) è abbinato ad una trasmissione manuale a 5 rapporti oppure ad un’automatica sequenziale a 6.

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,

 

Modello – Cilind. – Potenza – Emiss. CO2(g/Km) – 0-100 km/h(sec) – Vel.max(Km/h) – Cons. medio(Km/l)

 

1.6 Ecotec 16V – 1.598 cm³ – 83 kW (113 CV) – 159 – 12,5 – 185 – 14,7

1.6 Eco Logic 16V – 1.598 cm³ – 83 kW (113 CV) – 159 – 12,5 – 185 – 14,7

1.8 Ecotec 16V – 1.796 cm³ – 103 kW (140 CV) – 159 – 10,0 – 200 – 14,7

1.8 Ecotec 16V – 1.796 cm³ – 103 kW (140 CV) – 184 – 11,5 – 190 – 12,8

2.0 VCDI 16V – 1.991 cm³ – 110 kW (150 CV) – 149 – 8,7 – 210 – 17,9

2.0 VCDI 16V (2010) – 1.991 cm³ – 110 kW (150 CV) – 177 – 9,9 – 205 – 14,9

2.0 VCDI 16V (2011) – 1.998 cm³ – 120 kW (163 CV) – 147 – 8,5 – 215 – 17,9

2.0 VCDI 16V Euro (2011) – 1.998 cm³ – 120 kW (163 CV) – 175 – 9,4 – 209 – 15,2

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,

motori,auto,chevrolet,cruze,chevrolet cruze,familiare,berlina,sw,station wagon,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,

BMW i3

motori,auto,bmw,i3,bmw i3,auto ecologica,auto elettrica,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,


 

Bmw ha svelato il 30 luglio 2013, con una presentazione in contemporanea a Londra, a New York e a Pechino il nuovo modello elettrico i3, quella che Robert Reithofer, CEO del Gruppo di Monaco, ha definito come ”la nostra Ultimate Driving Machine, capace di aprire una nuova era, quella della mobilità ecosostenibile”. Nel progetto del brand elettrico ‘i’ – inizialmente definito come ‘megacity’ per la sua finalità di fornire soluzioni allo sviluppo della mobilità individuale nelle grandi metropoli in tutto il mondo – Bmw ha investito, in 30 mesi, importanti risorse finanziarie e umane (si parla di 2,7 miliardi di dollari) che hanno compreso anche lo sviluppo e la definizione degli elementi strutturali in carbonio.

motori,auto,bmw,i3,bmw i3,auto ecologica,auto elettrica,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,


E gli obiettivi, che potranno essere apprezzati in tutto il mondo, sono assolutamente condivisibili, anche per l’attenzione che la Casa di Monaco ha riservato all’impiego di risorse sostenibili per tutti i processi di fabbricazione della i3 e per le forniture di energia elettrica che, attraverso accordi locali tra Bmw e i produttori, serviranno alla ricarica dell’auto.

motori,auto,bmw,i3,bmw i3,auto ecologica,auto elettrica,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,

Fuori dai riflettori del mega evento, e senza l’enfasi che in questa occasione (come in tutte le altre dedicate alla mobilità elettrica) è stata riservata al futuro dei modelli 100% EV ed al loro crescente gradimento da parte dei consumatori, è stato Herbert Diess, membro del board di Bmw con responsabilità per lo sviluppo, a sottolineare il grande punto di forza di i3: ”Se la paragoniamo con una nostra auto già molto economica, come la 118d – ha detto all’ANSA – il costo per km ottenibile con la i3 è mediamente inferiore del 40-50%”.

motori,auto,bmw,i3,bmw i3,auto ecologica,auto elettrica,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,

Anche se per averne la conferma on the road si dovrà attendere la prova su strada che Bmw ha organizzato per la stampa in ottobre ad Amsterdam (altra città in cui la mobilità tradizionale è ‘sofferente ‘) è facile immaginare un immediato successo, Italia compresa, per la i3. Vera Bmw dal punto di vista del design, delle finiture, degli equipaggiamenti e del comportamento dinamico (com’era stato possibile verificare 15 giorni fa in Germania durante una prima presa di contatto con alcuni prototipi camuffati, ma definitivi al 100%) la i3 proporrà dunque una stimolante combinazione tra prezzo d’acquisto (36.200 euro in Italia, escluso l’indispensabile range extender da 360 cc che aggiunge 150 km di autonomia e che potrebbe comportare un supplemento di 1.200 euro) e costi di esercizio.

motori,auto,bmw,i3,bmw i3,auto ecologica,auto elettrica,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,


Passare con una Bmw davanti ai distributori con la consapevolezza di non aver bisogno di più di 9 litri di benzina (la capacità del serbatoio del range extender) nel caso non sia possibile fare il ‘pieno ‘ delle batterie non è cosa da poco, soprattutto se si paragonano le caratteristiche dell’auto e del suo abitacolo con quelle di altri modelli 100% elettrici, oggi improvvisamente ‘invecchiati ‘. E nel 2014, quando la produzione viaggerà a pieno regime, la i3 potrebbe diventare uno dei fenomeni del mercato italiano.

motori,auto,bmw,i3,bmw i3,auto ecologica,auto elettrica,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,


”Non posso dire se supereremo quota 1.000 nel primo anno pieno di vendita – ha detto all’ANSA Nicolas Peter, responsabile del mercato europeo di Bmw – perché non dichiariamo per abitudine le previsioni. Ma una cosa è certa: i nostri mille clienti i3 avranno tutti la loro auto, perché la flessibilità della produzione ce lo permette ”. Appuntamento domani 30 luglio a Milano, alla Rotonda della Besana, per la preview italiana della nuova i3 dalle ore 21 in poi.

 

motori,auto,bmw,i3,bmw i3,auto ecologica,auto elettrica,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi,

Articolo di: Andrea Silvuni

 

Fonte: ANSA.it

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

 

Suzuki Splash

motori,auto,suzuki,splash,suzuki splash,monovolume,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

La Suzuki Splash è un’autovettura classificata come monovolume compatta prodotta dalla casa automobilistica Suzuki a partire dal 2008.

motori,auto,suzuki,splash,suzuki splash,monovolume,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La Splash nasce come erede del modello Wagon R+ molto apprezzato in Europa, realizzato in collaborazione con la tedesca Opel. I primi studi per dare un’erede al modello iniziano già nel 2006 e vedono come esiti una concept car esposta al Salone dell’auto di Parigi realizzata sul telaio della Swift quarta serie che adotta un nuovo propulsore 1.2 16V da 86 cavalli abbinato alla trazione anteriore e ad un cambio automatico a 4 rapporti. Con il prototipo viene lanciata la denominazione Splash.

motori,auto,suzuki,splash,suzuki splash,monovolume,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La versione definitiva sarà svelata solo l’anno seguente al Salone di Francoforte per entrare in produzione nel 2008. Dal concept riprende solo il nome e il motore. La linea completamente nuova perde lo stile futuristico per adottare un design arrotondato con un andamento a freccia. La coda della vettura è disegnata su di due livelli con il portellone che possiede un andamento verticale a forma di V. La carrozzeria è disponibile solo nella configurazione 5 porte.

motori,auto,suzuki,splash,suzuki splash,monovolume,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Il nome Splash sottolinea che l’automobile è destinata alla clientela giovane, adatta anche alle esigenze del pubblico femminile grazie alla gamma di colorazioni vivaci e numerose personalizzazioni sia interne che esterne come gli adesivi da applicare attorno alle plastiche del climatizzatore che ritraggono numerosi elementi legati all’acqua.

motori,auto,suzuki,splash,suzuki splash,monovolume,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Curata la sicurezza automobilistica grazie all’adozione di ABS, airbag frontali, laterali e a pagamento anche per la testa, il controllo elettronico di stabilità e attacchi Isofix. Nei crash test EuroNCAP ha totalizzato il punteggio di 4 stelle nell’urto frontale su un massimo di 5.

 

motori,auto,suzuki,splash,suzuki splash,monovolume,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Il bagagliaio possiede un volume minimo di 225 litri che salgono a 1.050 abbattendo lo schienale del divano posteriore. La Splash viene prodotta in Ungheria presso lo stabilimento Suzuki di Esztergom e per la prima volta la vettura viene importata in Giappone direttamente dall’Europa; gli stabilimenti giapponesi lavorano a pieno ritmo e non possono ospitare la produzione del modello.

 

motori,auto,suzuki,splash,suzuki splash,monovolume,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La gamma europea è composta da tre motori di cui due benzina (1.0 e 1.2 16V quest’ultimo facente parte della famiglia motoristica Suzuki Serie K) e un diesel common rail prodotto dalla Fiat (1.3 Multijet ribattezzato DDiS dalla Suzuki capace di 75 cavalli con filtro antiparticolato proposto come optional). Per il mercato giapponese è disponibile solo il motore 1.2 potenziato a 88 cavalli e abbinato ad un cambio CVT.

 

motori,auto,suzuki,splash,suzuki splash,monovolume,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Per l’Europa e disponibile il manuale a 5 rapporti mentre un’esclusiva riservata al 1.2 è l’automatico a 4 rapporti proposto a pagamento. Dal 2012 i motori 1.0 e 1.2, quest’ultimo potenziato a 94 cavalli, sono disponibili anche con sistema Start&Stop.

 

 

motori,auto,suzuki,splash,suzuki splash,monovolume,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

 

Modello – Potenza – Emissioni CO2(g/Km) – 0-100 km/h(sec) – Vel. max(Km/h) – Consumo medio(Km/l)

 

 

1.0 12VBenzina- 48 kW (65 CV) – 120 – 14,7 – 160 – 20,0

1.2 16VBenzina – 63 kW (86 CV) – 131 – 12,3 – 175 – 18,2

1.2 16V Benzina – 63 kW (86 CV) – 142 – 14,8 – 170 – 16,9

1.3 DDiS 16V Diesel – 55 kW (75 CV) – 120 – 13,9 – 165 – 22,2

 

motori,auto,suzuki,splash,suzuki splash,monovolume,familiare,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Peugeot 208 R2

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

La Peugeot R2 adotta lo stesso propulsore utilizzato per la versione stradale, ovvero un quattro cilindri 1.6 litri aspirato. Quest’ultimo però, appositamente preparato per risultare più performante, riesce ad erogare una potenza di 185 cavalli.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Le modifiche di maggior rilievo riguardano poi il servosterzo elettrico, sostituito da un idrosterzo, e l’aggiornamento di sospensioni e impianto frenante. Infine, anche gli pneumatici sono stati aggiornati, con una speciale serie prodotta dalla Michelin.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Se amate questo sport e volete comprarvi questa vettura dovrete staccare un assegno per un valore di circa 57.500 Euro. E’ disponibile inoltre una soluzione più economica, che visti i tempi di crisi potrebbe risultare per molti la scelta più appetibile per divertirsi senza spendere un’esagerazione, rappresentata da un kit di conversione per i modelli già immatricolati offerto a 37.500 Euro.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,peugeot 208 r2,tuning,tuning auto,peugeot tuning,auto elaborata,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Peugeot 208

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

La 208 è un’autovettura di segmento B prodotta a partire dal 2012 dalla casa francese Peugeot.

 

La 208 nasce dal progetto A9, avviato sul finire del primo decennio del XXI secolo: le prime foto ufficiali della Peugeot 208 sono state pubblicate su internet nel mese di novembre del 2011, dopo oltre un anno in cui si sono alternati rendering grafici più o meno attendibili. A partire dal mese di febbraio del 2012, la vettura è ordinabile, come si può notare dallo stesso sito della Casa madre o dal minisito che la stessa Peugeot ha deciso di creare per il suo nuovo modello, oppure ancora dalle testate giornalistiche che l’hanno inserita nei loro listini con tanto di prezzi chiavi in mano.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Ma la presentazione ufficiale della 208 è avvenuta solo a marzo, al Salone di Ginevra, mentre la commercializzazione ufficiale è stata avviata nelle settimane seguenti.

 

Per quanto riguarda il corpo vettura in generale, la 208 va controcorrente e propone dimensioni leggermente inferiori rispetto alla sua antenata 207 (circa 7 cm in meno), ma una volumetria interna maggiore, il che si traduce in una migliore abitabilità, percepibile tra l’altro in quella zona tradizionalmente critica per molte vetture di piccole dimensioni che è il divano posteriore.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Qui, si ha un aumento di spazio per le gambe dei passeggeri pari a 5 cm. Tornando al corpo vettura in generale, grande importanza è stata data all’aspetto aerodinamico, e la vettura vanta quindi un Cx pari ad appena 0.29, un valore di tutto rispetto, specie considerando il tipo di vettura.

Dal punto di vista del design, la 208 propone stilemi di rottura con la precedente produzione di vetture Peugeot del segmento B: il frontale, con la sua nuova “bocca”, sembra riprendere quanto già visto l’anno prima sulla grande berlina della gamma, la 508, ma ulteriormente attualizzato. I gruppi ottici anteriori propongono un taglio particolare, specie nell’estremità esterna, dove vanno a sconfinare nei parafanghi ed assumono un disegno a doppia punta.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Molto particolare anche il disegno del paraurti anteriore, con fendinebbia circolari integrati ed una lama inferiore che ricorda molto il mondo del tuning. La vista laterale della 208 è la parte più caratterizzante, poiché la vettura, prevista inizialmente solo come berlina a due volumi, mostra differenze significative tra la versione a 3 e a 5 porte. La parte anteriore è invariata per le due varianti, e mostra passaruota pronunciati, sullo stile di quanto già visto sulla 207, mentre a partire da questi ha origine una nervatura longitudinale che percorre tutta la zona sottoporta. Una seconda nervatura sale dal punto di origine della prima e corre anch’essa longitudinalmente toccando le maniglie porta. Quest’ultima nervatura è più visibile nella versione a 3 porte che in quella a 5.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


La linea di cintura piuttosto alta dà una sensazione di robustezza, ed è caratterizzata anteriormente da una sorta di “scalino” dove trova posto il montante dello specchietto retrovisore esterno. Tra le due varianti cambia ovviamente la parte posteriore delle superfici vetrate, ma la 3 porte è inoltre caratterizzata da una sorta di fregio cromato sul montante posteriore, ispirato dall’antenata Peugeot 205 (il fregio compariva però solo sulla versione GTi), la piccola Hot Hatch per antonomasia. Simile tra le due varianti è anche la coda, dove trovano posti dei nuovi gruppi ottici a forma di “C”, un portellone dalla linea di battuta di forma trapezoidale, ed un massiccio paraurti, che però dà l’idea di una soglia di carico un po’ troppo alta.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Gli interni sono caratterizzati, come si è già detto, da una superiore abitabilità a dispetto degli ingombri esterni più contenuti, sono presenti anche numerosi contenuti hi-tech, come il nuovo display touch-screen, una plancia dal nuovo disegno più moderno, ed il dispositivo Head-Up Display, che proietta le principali informazioni su una lamina posta alla base del parabrezza, di fronte al conducente. Sono presenti anche la pedaliera in alluminio con poggiapiede, un cambio con pomello specifico (anche questo ricorda molto certi pomelli utilizzati nell’ambiente del tuning) ed un nuovo volante, molto più piccolo del normale: è largo appena 35 cm, come nelle supercar.

La riduzione degli ingombri esterni non ha penalizzato neppure la capacità del bagagliaio, anzi, a fronte dei 270 litri offerti dalla 207, il nuovo modello ne vanta addirittura 285.

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La struttura della 208 prevede una traversa deformabile integrata nella parte anteriore della struttura portante. La vettura pesa mediamente tra i 110 ed i 173 kg in meno rispetto a quella della 207: ciò non è stato possibile solo riducendo gli ingombri, ma anche e soprattutto grazie all’utilizzo di materiali moderni e leggeri, come gli acciai altoresistenziali, i lamierati ad elevato limite elastico e le leghe leggere, oltre che la plastica. In lega leggera è realizzato pure il nuovo propulsore di base, un inedito tricilindrico appartenente alla nuova famiglia EB, e che arrivano a pesare appena 73 kg. Anche questi hanno contribuito alla leggerezza del corpo vettura. È chiaro che alla base della ricerca aerodinamica, della riduzione dei pesi e dell’introduzione di nuovi piccoli motori, sta anche la volontà di limitare consumi ed emissioni inquinanti.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


L’avantreno della 208 è di tipo pseudo-MacPherson, mentre il retrotreno è a traversa deformabile; l’impianto frenante è di tipo misto (dischi all’avantreno e tamburi al retrotreno) per le versioni di base, mentre comprende dischi sulle quattro ruote per le versioni più ricche.

La gamma motoristica della 208 al suo debutto prevede ben sei motori, di cui tre a benzina e tre a gasolio:

1.2 VTi: è il nuovo benzina tricilindrico EB, della cilindrata di 1199 cm³ e della potenza massima di 82 CV;

1.4 VTi: è la versione di base della famiglia Prince, un motore a benzina della cilindrata di 1397 cm³ e della potenza massima di 95 CV;

1.6 VTi: altro esponente della famiglia Prince, questo motore ha una cilindrata di 1598 cm³ ed una potenza massima di 120 CV;

1.4 HDi: è la motorizzazione a gasolio di base, con una cilindrata di 1398 cm³ ed una potenza di 68 CV;

1.4 e-HDi: come la precedente, ma con in più il sistema Start&Stop integrato;

1.6 e-HDi: anche questa motorizzazione vanta il sistema Start&Stop integrato, ma dispone di una cilindrata maggiore (1560 cm³) e di due livelli di potenza massima, 92 e 114 CV.

Tre le varianti di cambio: quasi tutte le versioni montano di serie un manuale a 5 marce, tranne la 1.6 e-HDi da 114 CV, che è equipaggiata con un manuale a 6 marce, e la 1.4 e-HDi, che monta invece un automatico robotizzato a 5 marce.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

Al suo debutto, la 208 è prevista in quattro livelli di allestimento:

Access: livello di base previsto in abbinamento con il 1.2 a benzina e con il 1.4 HDi. Tale allestimento comprende: ABS, ESP, controllo di trazione, doppio airbag frontale, airbag laterali, vetri elettrici, retrovisori esterni elettrici, cerchi in alluminio da 14 pollici, sedile guida regolabile in altezza, servosterzo ad assistenza variabile e volante regolabile in altezza e profondità;

Active: livello intermedio previsto in abbinamento con tutte le motorizzazioni tranne il 1.6 a benzina ed il 1.6 e-HDi da 114 CV. Tale allestimento prevede quanto già visto per il livello Access, ma con in più: climatizzatore, cruise control, autoradio con lettore CD/MP3, retrovisori esterni riscaldabili, cerchi in alluminio da 15 pollici e divano posteriore frazionabile;

Business: livello di allestimento previsto unicamente in abbinamento con il 1.4 HDi e comprendente anche i fari fendinebbia ed il pacchetto Rangement;

Allure: livello di punta previsto in abbinamento con tutti i motori tranne il 1.4 e-HDi, e comprendente quanto già visto nei livelli Access ed Active, ma con in più: climatizzatore bi-zona e cerchi in lega da 16 pollici.

Esiste anche un quinto livello di allestimento, denominato Ice Velvet, ma si tratta in realtà di un’edizione limitata a 650 esemplari in 18 Paesi europei, prevista solo con carrozzeria a 3 porte e solo in abbinamento con il motore 1.6 e-HDi da 115 CV. Tale edizione limitata comprende nella dotazione di serie anche il navigatore satellitare, i fendinebbia con funzione cornering, i cerchi da 17 pollici, tetto panoramico, fari diurni a LED e volante in pelle. 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

La produzione è stata avviata all’inizio del 2012 negli stabilimenti francesi di Mulhouse e Poissy, nonché in quello di Trnava, in Slovacchia. Con l’arrivo della 208, la gamma della Peugeot si viene a trovare per la prima volta nella sua storia con ben tre modelli della serie 20x, vale a dire la 206 Plus, la 207 e la 208, appunto. Al momento del debutto della gamma descritta, hanno cominciato a circolare le prime immagini relative alla futura versione sportiva di punta, che verrà nuovamente denominata GTI. La concept relativa a quest’ultima variante, destinata a divenire il top di gamma, è stata presentata al pubblico al Salone di Parigi.

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Motorizzazioni

 

Modello/Cilindrata cm³/Potenza CV-rpm/Velocità max(km/h)/0–100 km-h(sec)/Consumo(l/100 km)/Emissioni CO2(g/km)

 

BENZINA

 

208 1.2 VTi/1199/82-6000/175/12.2/4.5/104

208 1.4 VTi/1397/95-6000/188/10.5/5.6/129

208 1.6 VTi/1598/120-6000/190/9.9/5.8/134

 

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

GASOLIO

 

208 1.4 HDi/1398/68-4000/163/13.5/3.8/98

208 1.4 e-HDi/1398/68-4000/165/16.2/3.4/87

208 1.6 e-HDi(92CV)/1560/92-4000/185/10.9/3.8/98

208 1.6 e-HDi(114CV)/1560/114-3600/190/9.7/3.8/99

motori,auto,peugeot,208,peugeot 208,familiare,berlina,utilitaria,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi