Lamborghini LM003

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm003,lamborghini diesel,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

 

La Lamborghini LM003 fu un progetto dalla vita molto breve per un prototipo di fuoristrada progettato e costruito da Lamborghini nel tentativo di soddisfare le esigenze militari.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm003,lamborghini diesel,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

Il LM003 era praticamente identico al LM002, ma al posto del motore V12 Lamborghini, venne utilizzato un motore diesel 5 cilindri da 3,6 litri turbo fornito da VM Motori. Il motore, che erogava 150 CV (112 kW) era del tutto insufficiente per alimentare i 2600 kg (5700 lb) del veicolo.

Per questo motivo, il progetto venne abbandonato.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm003,lamborghini diesel,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

Un altro modello che venne soprannominato LM003 venne sviluppato quando Lamborghini era sotto la proprietà di Megatech. La lamborghini LM002 era un ottimo prodotto venduto costantemente, l’idea era quindi, di riportarlo in produzione con un design aggiornato.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm003,lamborghini diesel,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

Il nuovo progetto quindi, si sarebbe chiamato Borneo o Galileo, per differenziarlo dal precedente LM003. L’idea fu portata avanti da SZ Design, un ramo di Zagato. Ma non è mai andato oltre un paio di disegni che somigliavano vagamente a un moderno Range Rover.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm003,lamborghini diesel,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm003,lamborghini diesel,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

 

Lamborghini LM002

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm002,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

 

Il Lamborghini LM002 è un fuoristrada derivato dal prototipo Cheetah del 1977 costruito per rispettare delle specifiche tecniche dell’esercito statunitense e in seguito prodotta dalla Lamborghini dal 1986 al 1993. Per questa ragione viene spesso considerata l’antenata della Hummer, anche se per il livello prestazionale potrebbe essere vista come la discendente.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm002,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

Si tratta di un fuoristrada di dimensioni enormi (4900×2000×1815 mm), prodotto in 301 pezzi; visto il successo negli Stati Uniti, gli ultimi 60 pezzi vennero prodotti in versione speciale per quel mercato. Monta il motore della Countach V12 da 5167 cm³ e 450 CV.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm002,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

Anche aggravati dal peso notevole (2600 kg a vuoto) e dall’elevato CX, i consumi non rappresentano il punto di forza del veicolo. La percorrenza media si attesta intorno ai 5 km con un litro, ma si possono registrare consumi ben maggiori, in funzione di un uso impegnativo o esasperato, comprensibili le prestazioni da “supercar” con una velocità massima di 210 km/h e una accelerazione da 0 a 100 in 7,8 secondi.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm002,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

Nelle intenzioni della casa era prevista anche la partecipazione alla Parigi-Dakar. Allo scopo, venne prodotto un esemplare opportunamente modificato che, tuttavia, riuscì però solo a partecipare a un paio di rally in Grecia ed Egitto, affidata a Sandro Munari, prima di essere ritirata dalle competizioni.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm002,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm002,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm002,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm002,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm002,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,consumi,

 

Lamborghini LM001

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm001,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,

 

La Lamborghini LM001 è un prototipo di veicolo fuoristrada progettato e costruito da Lamborghini. E ‘stato rivelato prima del 1981 al Salone dell’auto di Ginevra insieme alla Lamborghini Jalpa.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm001,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,

Nonostante il fallimento del progetto Cheetah, l’idea di un veicolo fuoristrada Lamborghini era ancora molto vivo, e con nuovi capitali da anonimi investitori, il concetto di Cheetah è stato ridisegnato nel LM001. Invece di utilizzare un motore Chrysler, come nel caso del prototipo Cheetah, si optò per un 5.9 litri AMC V8 da 180 cavalli, con l’intento di offrire il V12 della Countach invece, per i modelli di produzione.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm001,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,

Sfortunatamente, non fu la scelta del motore a rendere il progetto un fallimento: fu il posizionamento del motore nella parte posteriore, che penalizzando le caratteristiche di maneggevolezza in fase di accelerazione, ne rese impossibile la produzione. Un solo LM001 è stato prodotto.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini lm001,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,

 

Lamborghini Cheetah

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini cheetah,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,

 

La Lamborghini Cheetah è stato il primo tentativo di veicolo fuoristrada della Lamborghini. Venne costruita con un contratto con la Mobility Technology International (MTI), la quale a sua volta aveva un contratto con l’esercito degli Stati Uniti per la progettazione e realizzazione di un nuovo veicolo fuoristrada. Le basi del progetto vennero dal MTI che furono largamente copiate dal modello XR 311 della FMC, prototipo progettato per l’esercito nel 1970.

Questo determinò un’azione legale della FMC contro la MTI-Lamborghini nel 1977, quando la Cheetah fu presentata al Salone dell’Automobile di Ginevra. La XR 311 e la Cheetah possono essere considerati i progenitori dell’attuale Humvee.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini cheetah,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,

La Cheetah venne costruita a San José in California. Dopo l’iniziale costruzione, il prototipo fu mandato a Sant’Agata Bolognese nella sede della Lamborghini dove venne rifinita nei particolari. La casa produttrice decise di equipaggiare il veicolo con un motore impermeabile Chrysler da 5.9L con 180CV e con un cambio automatico a tre rapporti. La scocca era in fibra di vetro e all’interno c’era abbastanza spazio per quattro soldati completamente equipaggiati più il guidatore.

Il montaggio del motore nella parte posteriore diede pessime caratteristiche al mezzo così come la scelta del motore non abbastanza potente da essere adeguato al pesante veicolo (2042 kg), con un conseguente scarso rendimento globale.

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini cheetah,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,

L’esercito statunitense testò la Cheetah e, a quanto si suppone, distrusse l’unico prototipo esistente. I rottami però non vennero mai restituiti alla Lamborghini o al MTI.

Alla fine il contratto militare fu assegnato alla AM General per la costruzione del loro modello: l’HMMWV (comunemente conosciuto come Humvee).

motori,auto,lamborghini,lamborghini suv,lamborghini cheetah,concept car,velocità,prestazioni,fuoristrada,lamborghini fuoristrada,

Il relativo fallimento del progetto Cheetah e i problemi finanziari della Lamborghini condussero alla cancellazione del contratto con la BMW per lo sviluppo della loro M1.

Successivamente la Lamborghini sviluppò la Lamborghini LM 002, un veicolo dal design simile ma con un motore frontale da 12 cilindri, lo stesso montato sulla Lamborghini Countach.

Jeep Hurricane

Jeep Hurricane 001.jpg

 

Della Jeep Hurricane, il concept della Casa americana, colpiscono le forme un po’ sconcertanti, con quelle grandi ruote che pare siano indipendenti dal resto della vettura, colpisce nel nome: Hurricane, in italiano, uragano. Tanta deve essere la potenza custodita sotto il cofano da questo nuovo fuoristrada per essere chiamato a questo modo e, in effetti, è proprio così, due propulsori 8 cilindri dalle dimensioni esagerate, 5.7 litri uno e, strano ma vero, 11.4 litri l’ altro.

Jeep Hurricane 002.jpg

 

 

Indubbiamente con questi numeri da capogiro, anche le potenze sono da perdita di coscienza; ben 670 Cv. di potenza complessiva, 335 Cv. a propulsore e, alla faccia del fuoristrada, Hurricane si comporta quasi come un’ auto da competizione, con un’ accelerazione da 0 a 100 in soli 5 secondi. Ma la caratteristica rivoluzionaria di questa concept è quella di poter marciare tranquillamente usando un numero di cilindri maggiore di volta in volta, da 4 a 8, oppure da 12 a 16.

Jeep Hurricane 003.jpg

A guardarla in azione, Hurricane fa quasi paura, si arrampica con quelle quattro ruote che sembrano snodarsi del tutto dal corpo auto, proprio come un grande insetto, se si considera anche che le ruote sono tutte sterzanti.

Jeep Hurricane 004.jpg

Gli pneumatici hanno dimensioni enormi, ben 37 pollici e le sospensioni sono indipendenti, mentre la trazione è integrale. Eppure, a vederla non lo si crederebbe, ma Hurricane ha una carrozzeria leggera data dalla fibra di carbonio del quale è composta.

Jeep Hurricane 005.jpg

Stilisticamente non è proprio un mostro di bellezza, eppure, un occhio attento noterebbe una certa aria di famiglia, riscontrabile dal frontale, dalla ripresa del marchio a campeggiare sulla mascherina, dalla calandra e anche dalla imponenza delle fiancate, pur con qualche elemento che le snellisce sicuramente, operazione già effettuata in altre vetture della Casa.

Jeep Hurricane 006.jpg

A sottolineare l’ uso veramente ” campagnolo ” di quest’ auto, più volto all’ essenzialità e meno alla ricerca di fronzoli, la Hurricane non ha né paraurti né portiere.

Jeep Hurricane 007.jpg

Con fare sbarazzino affronta ogni asperità della strada senza indugio alcuno, ma i passeggeri non hanno grandi protezioni al di fuori di un paio di sbarre per lato, stessa cosa per il tetto e, a contrastare il tutto, dei bei sedili in pelle pregiata a far bella mostra di sé.

Jeep Hurricane 008.jpg
Jeep Hurricane 009.jpg
Jeep Hurricane 010.jpg
Jeep Hurricane 011.jpg
Jeep Hurricane 012.jpg

 

Jeep Grand Cherokee SRT8

motori,auto,jeep,jeep grand cherokee srt8,suv,fuoristrada,motorizzazioni,velocità,prestazioni

 

Si tratta della più potente Jeep mai prodotta in serie, con 465 CV. La nuova Jeep è dotata del motore V8 HEMI, 6,4 litri da 465 CV e 630 Nm con cambio automatico 5 marce. Con questo propulsore la Jeep Grand Cherokee SRT8 accelera da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi e raggiunge i 250 km/h.

motori,auto,jeep,jeep grand cherokee srt8,suv,fuoristrada,motorizzazioni,velocità,prestazioni

I consumi invece non sono stati ancora dichiarati, ma sono inferiori del 13% rispetto al modello precedente e in grado di garantire un’autonomia di oltre 700 chilometri.

motori,auto,jeep,jeep grand cherokee srt8,suv,fuoristrada,motorizzazioni,velocità,prestazioni

Esternamente la nuova Jeep Grand Cherokee SRT8 si differenzia per l’assetto ribassato di 25 mm rispetto alla Grand Cherokee, i dettagli sono invece verniciati in tinta carrozzeria e le luci LED diurne danno un tocco diverso e più esclusivo al frontale.

motori,auto,jeep,jeep grand cherokee srt8,suv,fuoristrada,motorizzazioni,velocità,prestazioni

Spoiler anteriore e posteriore, presa d’aria inferiore in nero lucido e ampio diffusore di coda si uniscono con gli estrattori d’aria sul cofano motore e due grandi terminali di scarico. All’interno invece spiccano i rivestimenti in pelle Nappa per volante e sedili, gli inserti in fibra di carbonio e i bilancieri del cambio automatico al volante.

motori,auto,jeep,jeep grand cherokee srt8,suv,fuoristrada,motorizzazioni,velocità,prestazioni

La rinnovata Jeep Grand Cherokee SRT8 sarà disponibile negli USA a partire dal mese di settembre 2011, mentre per un eventuale arrivo in Europa, non ancora ufficializzato al momento, bisognerà aspettare le comunicazioni dei vertici della casa automobilistica, che stanno valutando se importarla o meno anche nel nostro continente.

motori,auto,jeep,jeep grand cherokee srt8,suv,fuoristrada,motorizzazioni,velocità,prestazioni

motori,auto,jeep,jeep grand cherokee srt8,suv,fuoristrada,motorizzazioni,velocità,prestazioni

motori,auto,jeep,jeep grand cherokee srt8,suv,fuoristrada,motorizzazioni,velocità,prestazioni

Jeep Grand Cherokee (2011)

Jeep Grand Cherokee 2011 001.jpg

 

Nuovi scatti ufficiali per l’imponente SUV americana, base di partenza per futuri modelli del gruppo Fiat. Dopo il debutto ufficiale presso il Salone dell’auto di New York, la Grand Cherokee ultima generazione è pronta al debutto sul mercato a stelle e strisce, per poi giungere in Europa.

Jeep Grand Cherokee 2011 002.jpg

Le principali rivali sono Le sue rivali sono Volkswagen Touareg, Porsche Cayenne, BMW X5 e Audi Q7. Il design spigoloso che ha caratterizzato tutte le generazioni di questo modello è un ricordo lontano.

Jeep Grand Cherokee 2011 003.jpg

La nuova Grand Cherokee è infatti un susseguirsi di sinuose curve tese però su muscoli ben delineati. Il risultato estetico è assolutamente gradevole, tanto all’anteriore quanto posteriormente.

Jeep Grand Cherokee 2011 004.jpg

Davanti conserva molta della personalità Jeep, con in primo piano un’ipertrofica versione della classica calandra Jeep a sette feritoie. Dietro i tratti delle luci ricordano un pò alcune rivali come l’apprezzata Lexus RX.

Jeep Grand Cherokee 2011 005.jpg

L’abitacolo è un raro esempio di sobria eleganza. Molto bella la console centrale, ove tutti i comandi risultano ergonomicamente studiati e facilmente azionabili. Come da tradizione USA, ampi ed accoglienti i sedili anteriori come il dicano posteriore.

Jeep Grand Cherokee 2011 006.jpg

Veniamo ora alle motorizzazioni. Sotto il cofano della nuova Jeep Grand Cherokee per ora pulsano due motori a benzina: il collaudato V6 di 3.6 litri da 280 cavalli e il classico, poderoso V8 HEMI capace di 360 cavalli per una cilindrata di 5.7 litri.

Jeep Grand Cherokee 2011 007.jpg

Presto saremo in grado di comunicarvi i dati delle motorizzazioni diesel previste per il mercato europeo, comprese le caratteristiche del nuovo propulsore turbodiesel di Fiat Powertrain destinato a raccogliere buona la quasi totalità degli ordini nel nostro paese.

Jeep Grand Cherokee 2011 008.jpg

 

Jeep Grand Cherokee 2011 009.jpg
Jeep Grand Cherokee 2011 010.jpg
Jeep Grand Cherokee 2011 011.jpg

Plasansasa Caracal

Plasansasa Caracal 001.jpg

 

Avete qualche decina di minuti di tempo libero? Vi occorreranno per leggere di seguito il nome e il cognome di questo improbabile mezzo, eccolo: UAMTV Up Armored Multi Task Vehicle. In Plasansasa. Qualcuno si ostina a chiamarlo fuoristrada ma a guardarlo e soprattutto a starci vicino, l’ impressione è un’ altra, ad esempio quella di un carrarmato senza cingoli.

Plasansasa Caracal 002.jpg

Potremmo definirlo invece un autoblindato e, di fatto, blindato lo è davvero capace di passare sopra le mine, di resistere ad attacchi chimici, batteriologici, persino nucleari. Il costruttore osa proporlo anche nell’ uso civile. Ma vi ci vedreste ad andare a fare shopping per le vie della vostra città girando con questo ” coso” ? Come minimo vi scambierebbero per invasori, vero è che non passereste inosservati, ma la sensazione che suscitereste sarebbe molto difficile da interpretare.

Plasansasa Caracal 003.jpg

 

 

Caracal, così si chiama il curioso fuoristrada, è un concentrato di spigoli e lamiere, dalle linee hard che qualcuno definisce anche eleganti. Qualora lo si voglia, è possibile imborghesirlo con un colore non militare, ferma sempre la dotazione di bordo che consiste in estintori, equipaggiamento per le emergenze, robusti sedili rinforzati ed elastici per resistere all’ attacco di mine antiuomo e anticarro, un efficace sistema antincendio che provvede a smorzare eventuali fiammate da attacco terroristico. Non è esclusa, comunque, una versione lusso, forse con selleria in pelle e quant’ altro utile ad abbellirlo, ma forse sarebbe, quest’ ultima, una impresa disperata!

Plasansasa Caracal 004.jpg

Il suo costruttore, Plasansasa, si è servito di una cabina di derivazione Ford, serie F350, l’ ha ridotta per lasciare un più ampio vano di carico posteriore, l’ ha blindata e ne ha fatto Caracal. Scordatevi le ampie superfici vetrate che caratterizzano i moderni fuoristrada, in Caracal i vetri sono poco più che degli oblò. All’ interno, ritroviamo un impianto di climatizzazione molto sui generis capace di filtrare l’ aria persino da batteri e sostanze chimiche.

Plasansasa Caracal 005.jpg

Il mezzo utilizza un potente motore ad otto cilindri turbodiesel, anch’ esso di derivazione Ford da 6.000 cc. capace di 325 cavalli e un cambio automatico a 5 marce TorqShift. L’ impianto frenante è affidato a quattro giganteschi freni a disco sui quali agisce un ABS per ruota e i pneumatici dei quali è dotato il mezzo sono ad altissima resistenza.

Plasansasa Caracal 006.jpg

L’ uso che si farà di questo possente mezzo sarà ad esclusivo servizio militare o paramilitare, Vigili del Fuoco ed eventualmente Protezione Civile inclusa.
Ma quando dicevamo che è possibile una versione civile dichiaravamo la verità, infatti il costruttore ha previsto anche questo.

Plasansasa Caracal 007.jpg

Si tratterà di trovare qualche cittadino che abbia voglia di ” navigare “, con questo particolarissimo mezzo e che soprattutto abbia il coraggio di spendere 180.000 dollari per acquistarlo.

Plasansasa Caracal 008.jpg
Plasansasa Caracal 009.jpg

Toyota Land Cruiser 150 (dal 2009)

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser 150,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

 

Tra la fine del 2009 e l’inizio del 2010 viene presentata la nuova serie 150 del Land Cruiser stavolta completamente rinnovata a partire dal telaio che ha subito numerosi innovazioni rispetto alla precedente generazione; le modifiche hanno riguardato lo schema delle sospensioni con le posteriori configurate secondo lo schema Multilink con quattro bracci e barra antirollio, avantreno a doppio braccio oscillante e barra antirollio e introduzione del sistema Kinetic Dynamic Suspension System che governa la dinamica dell’autoveicolo.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser 150,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

I freni anteriori e posteriori sono a disco auto ventilati, la trazione come per tutti i Land Cruiser è integrale permanente con differenziale centrale Torsen a slittamento limitato bloccabile al 100% e sistema Multi Terrain Select più sistema antiarretramento HAC e Crawl Control per limitare la velocità in discesa. Di serie inoltre i sistemi ABS, EBD, controllo di stabilità VSC e trazione A-TRC.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser 150,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

La carrozzeria viene proposta in due versioni a tre e cinque porte: la tre porte è lunga 4.315 metri senza ruota di scorta mentre con la ruota esterna raggiunge i 4.485 metri, la versione cinque porte a passo lungo possiede una lunghezza complessiva pari a 4.760 metri e la ruota di scorta non viene più montata sul portellone ma sotto il pianale per rendere il design più elegante.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser 150,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

Il passo della versione tre porte misura 2.450 metri mentre la cinque porte possiede un passo di 2.790 metri. Stilisticamente l’auto riprende alcuni elementi dalla precedente generazioni ma ampiamente rivisti, la calandra è più spigolosa ma sempre cromata, gruppi ottici disponibili anche allo Xeno e passaruota bombati inoltre le cromature esterne sono disponibili sulle versioni di punta.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser 150,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

L’angolo di attacco è di 32°, l’angolo di uscita è di 26°, l’angolo di dosso è di 25° per la 3 porte e di 22° per la versione 5 porte, la pendenza massime superabile dichiarata è di 42° infine l’angolo di ribaltamento laterale è di 42°. La profondità di guado è di 700 mm.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser 150,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

L’abitacolo riprogettato utilizzando materiali di qualità elevata rispetto alla vecchia serie utilizza anche rifiniture in alluminio oppure radica, con navigatore satellitare opzionabile e sistema interattivo multimediale. La casa infatti ha dedicato maggiore cura per i rivestimenti al fine di incrementare notevolmente le qualità del fuoristrada giapponese. Di serie la strumentazione Optitron che regola la luminosità. 5 i posti nella versione 3 porte mentre sono 7 i posti della versione 5 porte.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser 150,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

Il motore europeo è il 3.0 D-4D turbo diesel common rail a quattro cilindri con intercooler, distribuzione a sedici valvole con cinghia dentata, iniezione diretta e filtro attivo antiparticolato con omologazione Euro 5. La potenza massima è di 190 cavalli a 3.400 giri al minuto con coppia motrice di 420 N·m a 1.600 giri al minuto. Le emissioni di anidride carbonica dichiarate dalla casa variano dai 209 fino ai 217 grammi emessi al chilometro.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser 150,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

Il cambio è un manuale a sei rapporti con sei ridotte oppure optional un automatico a cinque rapporti con cinque ridotte. Sulle versioni di punta sono disponibili le sospensioni posteriori attive AVS e il differenziale posteriore con bloccaggio elettrico. Curiosamente il Land Cruiser serie 150 viene venduto in molti paesi come Land Cruiser Prado mentre in America viene venduto anche come Lexus GX.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser 150,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser 150,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

 

Toyota Land Cruiser V8

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser v8,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

 

Il Land Cruiser V8 serie 200 è l’erede del grande Land Cruiser 100. La denominazione originale di questo nuovo modello è Land Cruiser 200 infatti viene venduto con questo nome in molti paesi del mondo ma in Europa la casa ha adottato la sigla identificativa “V8” al posto del numero “200” in base alle motorizzazioni adottate per i nostri mercati. Il V8 200 è la generazione del Land Cruiser più lussuosa ed esclusiva frutto di un progetto che ha visto crescere notevolmente sia la qualità che doti in fuoristrada del veicolo.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser v8,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

Con il V8 200 la Toyota punta ad entrare in concorrenza contro le grandi BMW X5, Mercedes-Benz Classe GL e Audi Q7 oltre al Range Rover, tutte Suv e fuoristrada di lusso che prevalgono la guida su strada. Il nuovo telaio di base, lo stesso della serie 150, è stato progettato per garantire un migliore handling su strada infatti la taratura delle sospensioni è più rigida. La presentazione ufficiale è avvenuta al Salone dell’automobile di Sydney in Australia nel fine del 2007 ed è entrato in produzione nello stesso periodo ma sui mercati internazionali è stato venduto solo a partire dalla metà del 2008.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser v8,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

Il pianale adotta sospensioni a quattro ruote indipendenti con uno schema all’avantreno configurato con doppio braccio oscillante e barra stabilizzatrice e al retrotreno è stato adottato il Multilink con 4 bracci e barra antirollio. Le sospensioni idrauliche sono regolabili elettronicamente su sei diversi livelli in base al tipo di fondo stradale, inoltre sono regolabili in altezza e smorzamento con molle elicoidali.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser v8,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

Sono di serie i controlli dinamici di stabilità e trazione (VSC e A-TRC), sistema elettronico antislittamento in salita (HAC) e in discesa (DAC), Crawl Control che imposta la velocità su tre livelli (1, 3 o 5 km/h) in modo da proseguire in modo costante sul fuoristrada. È presente anche il Kinetic Dynamic Suspension System che governa la dinamica dell’autoveicolo. I freni anteriori e posteriori sono a disco auto ventilati. La trazione è integrale permanente con differenziale centrale Torsen a slittamento limitato bloccabile al 100% e sistema Multi Terrain Select. Di serie ci sono ABS, EBD e BA più i 14 airbag e cerchi in lega da 20”.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser v8,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

La carrozzeria del Land Cruiser V8 serie 200 viene proposta nella sola versione cinque porte ed è lunga 4,95 metri, larga 1,97 metri e alta 1,865 metri nella configurazione delle sospensioni Normal. Il passo è di 2,85 metri. Il design è fedele alla precedente serie 100, ne riprende molte soluzioni stilistiche però con molte più curve e nel complesso risulta inedito: nuova calandra frontale cromata, gruppi ottici allo Xenon, passaruota bombati e molte cromature che donano un aspetto elegante.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser v8,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

Sono presenti anche numerosi profili aerodinamici che aiutano un po’ a ridurre il coefficiente di resistenza aerodinamico benché resti elevato a causa della notevole stazza del veicolo. Il posteriore presenta il classico portellone senza la ruota di scorta, una scelta adottata per rendere la linea più elegante e stilisticamente meno pesante. L’angolo di attacco è di 31°, l’angolo di uscita è di 23°, l’angolo di dosso è di 24°, la pendenza massime superabile dichiarata è di 45° infine l’angolo di ribaltamento laterale è di 44°. La profondità di guado è di 700 mm. Raggio di sterzata pari a 5,9 metri.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser v8,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

L’abitacolo completamente nuovo, la massiccia plancia utilizza delle plastiche morbide e assemblate con cura abbinate ad inserti in legno e listelli cromati. Il cruscotto è di due colori con strumentazione elettronica Optitron. Il grande schermo del navigatore touch screen è posto nella parte alta della plancia. Il sistema multimediale comprende anche un hard disk da 40 GB, caricatore fino a 6 CD, bluetooth, impianto audio JBL con supporto Mp3 e Aux più 14 altoparlanti. La selleria è in pelle, l’abitacolo è a sette posti con climatizzatore a 4 zone con regolazioni automatiche. I sedili anteriori si regolano elettricamente e sono riscaldabili.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser v8,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

Il motore per il Land Cruiser V8 ovviamente rispecchia il nome infatti è un nuovo 4.5 D-4D biturbo diesel common rail a otto cilindri con intercooler e VGT, distribuzione a 32 valvole, iniezione diretta e filtro attivo antiparticolato con omologazione Euro 4. La potenza massima è di 286 cavalli a 3.600 giri al minuto con coppia motrice di 650 N·m a 1.600 giri al minuto.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser v8,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

Le emissioni di anidride carbonica dichiarate dalla casa sono contenute in 288 grammi emessi al chilometro. Il cambio è un automatico a sei rapporti con sei ridotte. Il Land Cruiser V8 serie 200 è stato venduto in Italia anche con un motore benzina 4.7 V8 a doppia fasatura variabile VVT-I da 288 cavalli uscito però di produzione nel 2010.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser v8,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,

Sul mercato giapponese invece è stato introdotto un nuovo 4.6 VVT-I a benzina con iniezione diretta da 352 cavalli che consuma meno del vecchio 4.7, mentre sul mercato americano il Land Cruiser viene equipaggiato con il 5.7 V8 da 385 cavalli.

motori,auto,toyota,land cruiser,toyota land cruiser v8,fuoristrada,velocita,prestazioni,prezzo,allestimenti,motorizzazioni,