Mitsubishi Outlander (2013)

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander 2013,outlander 2013,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

Mitsubishi presenta al Salone di Ginevra il nuovo Outlander ed espone alcune vetture della gamma tra cui la i-Miev. La terza generazione dell’Outlander integra linee moderne e tecnologie che la rendono più ecologica che mai. L’auto verrà proposta sia con la trazione integrale, sia in una variante a due ruote motrici e sarà proposta con un 4 cilindri a benzina da 2 litri e con un 2.2 litri a gasolio da 177 cavalli.

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander 2013,outlander 2013,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Nuove tecnologie per il modello permettono di ridurre consumi ed emissioni, la 2WD diesel manuale emette infatti meno di 130 g/km di CO2: tutto ciò è possibile anche grazie all’utilizzo del sistema Start&Stop.

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander 2013,outlander 2013,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Sulla vettura saranno montati anche il cruise control adattivo, un sistema di vigilanza elettronica che frena prima di un impatto ed un altro sistema che mantiene l’auto nei limiti della carreggiata.

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander 2013,outlander 2013,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


L’abitabilità della vettura è ottima, l’abitacolo accoglie comodamente 5 persone ed i relativi bagagli per andare in vacanza, ma nell’auto possono trovare posto fino a 7 adulti, sacrificando però parte dell’ampio bagagliaio.

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander 2013,outlander 2013,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


I due sedili posteriori sono perfettamente integrati nel piano del bagagliaio e, una volta richiusi, generano uno spazio piatto che permette di caricare anche oggetti molto ingombranti.

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander 2013,outlander 2013,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Articolo di Mirco Magni

 

Fonte: autoblog.it

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander 2013,outlander 2013,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander 2013,outlander 2013,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander 2013,outlander 2013,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander 2013,outlander 2013,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Mitsubishi Outlander – Mitsubishi Airtrek

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


 

La Mitsubishi Outlander è un compact crossover SUV prodotto dall’azienda nipponica Mitsubishi Motors Corporation dal 2001.

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Prima Serie

 

La Mitsubishi Outlander, originariamente conosciuta come Mitsubishi Airtrek quando fu introdotta in Giappone nel 2001, era basata sulla Mitsubishi ASX concept vehicle esibito al North American International Auto Show del 2001.

La Airtrek fu introdotta nel mercato giapponese il 20 giugno 2001.

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

In Italia, come in altri mercati, è arrivata nel 2003.

In Cile fu venduta come Montero Outlander, per beneficiare del nome della più forte Mitsubishi Montero Sport.

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Airtrek Turbo-R

 

Nel 2002, venne lanciata sul mercato nipponico il modello Turbo-R. A differenza della versione base, con motore aspirato con cambio automatico a 4 rapporti, esso monta un motore turbocompresso con cambio automatico a 5 rapporti. Tale scelta tecnica è stata eseguita in virtù del nuovo propulsore installato, un 4G63 derivato dalla Lancer Evolution VII.

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


Si tratta di un motore 2.0L in linea che genera 343,0 Nm di coppia a 2500 giri, erogando una potenza massima di 240 CV a 5500 giri.Oltre che il propulsore, la Airtrek ha ereditato dalla serie Evolution anche la trazione integrale permanente. Per questo motivo l’avantreno monta sospensioni MacPherson, mentre il retrotreno è multilink. Nonostante l’elevata potenza, il ministero dei trasporti giapponesi ha classificato la Airtrek Turbo-R come veicolo a basse emissioni.

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Seconda Serie

 

Il 17 ottobre 2005, Mitsubishi Motors Corporation lancia la seconda generazione, eliminando la Airtrek in Giappone per adottare il nome globale. È costruita sulla piattaforma Mitsubishi GS e usa vari motori sviluppati da Mitsubishi, Volkswagen e PSA Peugeot Citroën. La piattaforma è anche usata dal Gruppo PSA come base per il Citroën C-Crosser e il Peugeot 4007. Sullo stesso telaio è stata realizzata anche la crossover Mitsubishi ASX in produzione dal 2010.

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi


In Europa, la Outlander ha ricevuto 4 stelle di sicurezza nell’EuroNCAP test del 2007.

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Motorizzazioni

 

Modello Motore  Cilindrata(cm³) Potenza  Emissioni CO2(g/Km) 0–100 km/h(sec) Velocità max(Km/h) Consumo medio(Km/l)

 

2.2 DI-D TC-SST Diesel 2179 115 Kw (156 Cv) 189 11.1 198 13.9

2.2 DI-D Mivec Diesel 2268 130 Kw (170 Cv) 169 9.8 200 15.4

 

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

motori,auto,mitsubishi,outlander,mitsubishi outlander,airtrek,mitsubishi airtrek,suv,crossover,velocita,prestazioni,motorizzazioni,allestimenti,prezzo,consumi

Mitsubishi ASX

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,


 

A parlare la lingua del marketing, la nuova Mitsubishi ASX è una crossover di segmento C. In pratica, è la rivale perfetta della Nissan Qashqai. O della Ford Kuga, se preferite.

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,


Stessa impostazione a metà strada tra station wagon e fuoristrada e, soprattutto, stessa facilità d’utilizzo: il tempo di mettere in moto, percorrere qualche centinaio di metri e ti sembra di guidarla da sempre, perché tutto è intuitivo e semplice.

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,

Merito della posizione di guida, della buona visibilità, ma anche del nuovo motore turbodiesel, che è un 1.800 tutto d’alluminio con 150 cavalli e una gran bella rotondità di funzionamento. In realtà, la vera novità di questo quattro cilindri è un’altra: si tratta del primo motore a gasolio dotato di fasatura variabile delle valvole.

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,

All’interno, lo stile è quello sobrio e ordinato tipico della Casa giapponese e ricorda da vicino quello della sorellona Outlander, con la quale (sia detto per inciso) la ASX condivide il 70% delle componenti. L’insieme non brilla per opulenza, ma il bello è che tasti e manopole sono tutte al posto giusto, proprio là dove te li aspetti.

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,

Come ogni Mitsubishi che si rispetti, la ASX può avere la trazione integrale, ma esistono anche versioni con la sola trazione anteriore.

 

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,


Una mossa saggia e lungimirante, visto il successo commerciale delle versioni 2WD delle sue concorrenti. Nel caso dell’ASX, la differenza tra due e quattro ruote motrici è di 1.700 euro.

 

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,


E già che ci siamo, diamo un’occhiata ai listini, che partono dai 19.101 euro della “benzina” meno accessoriata e arrivano fino ai 27.651 della turbodiesel più costosa.

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,

Articolo di: Alessio Viola
Fonte: quattroruote.it

 

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,

motori,auto,mitsubishi,asx,mitsubishi asx,suv,crossover,velocita,prestazioni,prezzo,motorizzazioni,


Mitsubishi EZ MEIV

mitsubishi_ez_meiv_01.jpg

 

La Mitsubishi EZ MEIV è lunga 3,70m., eppure la flessibilità per la quale si caratterizza, a seconda dell’uso che se ne fa, “in Marcia, Trasporto o Tempo libero”, consente non solo di godere di spazi invidiabili, pur in una piccola cellula come quella rappresentata dall’auto, ma, addirittura, col sistema “drive-by-wire”, ovvero volante retrattile e sedile pieghevoli, ottimizza al massimo, ancor più, lo spazio interno.

mitsubishi_ez_meiv_02.jpg

Potremmo immaginare, pertanto la EZ MIEV una microcar e, in effetti, l’uso, almeno inizialmente, è proprio quello, ma poi scopriamo che le forme sono più da SUV, basti guardare i cerchi un po’ smodati da 20 pollici, che le consentono di affrontare terreni impervi e accidentati. Ma la caratteristica di quest’auto è anche un’altra, il propulsore, o meglio, i propulsori che sviluppano per ogni ruota 20kW di potenza per un totale di 80Kw. Tali propulsori traggono energia da un complesso sistema di batterie al litio-ioni e anche questo non occupa spazio inutile, perché è situato sotto il pavimento dell’abitacolo.

Un’auto tradizionale che sembra condensare quanto di più sofisticato esistente in fatto di tecnologia avanzatissima nell’ambito della moderna locomozione.

Mitsubishi Concept C

_4minimitsubishi_concept_ct_2.jpg

 

La Mitsubishi Concept C è piccola, compatta, comoda, gradevole e soprattutto… Elettrica. Gli americani amano chiamare questo genere di vetture small-car, piccole grandi auto, sarebbe da dire. Superata la filosofia del grande è bello, Mitsubishi CT, è l’ esempio di come si possa costruire una vettura di 3,79 metri concentrando in essa tutto l’ apporto della moderna tecnologia, tanto da farne una vettura all’ avanguardia.

_4minimitsubishi_concept_ct_4.jpg

Certo gli esempi del passato, molto prossimo, non mancano, basta guardare la Colt EV, in fatto di propulsione, ma ci piace pensare che in questa concept è tutta un’ altra musica. In essa ritroviamo la solita disposizione di batterie al litio che operano parallelamente ad un propulsore benzina a tre cilindri di 1,0 litro che sviluppa una potenza di 134 cavalli in grado di far muovere agilmente, nella silenziosità e in totale assenza di vibrazioni, l’ intera auto.

_4minimitsubishi_concept_ct_6.jpg

Il resto è un design azzeccato, un disegno futuristico, una dotazione di bordo pregevole una concept che rappresenta essa stessa una scommessa per Mitsubishi e Daimler- Chrysler, fusi insieme in questa vettura.

_4minimitsubishi_concept_ct_3.jpg
 
_4minimitsubishi_concept_ct_5.jpg
 
_4minimitsubishi_concept_ct.jpg

 

Mitsubishi I

Mitsubishi I 001.jpg

 

Quando nel 2003 fu presentata al Salone dell’Auto di Francoforte, come concept car, la stampa italiana apprezzò lo sforzo dei giapponesi con la loro Mitsubishi ” I “, auspicando, a breve, l’ ingresso di questa vetturetta anche per il nostro mercato.

Mitsubishi I 002.jpg

Adesso sappiamo invece che nelle nostre strade non potremo vederla e questo è un peccato. Pensate, un’ auto leggera, di soli 600 cc con tre metri e mezzo di lunghezza e uno e mezzo di larghezza, una microcar che si sarebbe aggiunta alle nostre, con delle caratteristiche positive quali lo spazio interno e i bassi costi di esercizio e, inoltre, a bassissimo potere inquinante.

Mitsubishi I 003.jpg

Poi, per effetto delle forme simili alla Smart, siamo convinti che avrebbe trovato il favore del pubblico, soprattutto quello dei più giovani. Invece, se vorremmo vederla, dovremmo fare un salto in Giappone, dove sarà sicuramente apprezzatissima.

Mitsubishi I 004.jpg

 

Mitsubishi I 005.jpg
Mitsubishi I 006.jpg

Mitsubishi Concept-RA

mitsubishi_concept_ra_0_430.jpgLa MITSUBISHI Concept-RA conferma la tradizione delle coupé sportive Mitsubishi che risale al 1972 con il debutto della Galant GTO R73-X, una vettura da salone che brillava per le accelerazioni e la potenza (200 CV) del suo propulsore DOHC. Perfettamente in grado di combinare avanzate tecnologie di trasmissione con un moderno e pulito design turbodiesel, la MITSUBISHI Concept-RA è la prova reale che le prestazioni mozzafiato e la responsabilità ambientale non si escludono reciprocamente.

mitsubishi_concept_ra_1_430.jpg

La Concept-RA è equipaggiata con un sistema elettronico di trasmissione integrale Super-All Wheel Control (S-AWC) di “nuova generazione” che comprende differenziale centrale attivo (Active Center Differential), controllo attivo dell’imbardata (Active Yaw Control), ABS sportivo (Sport ABS) e controllo attivo della stabilità (Active Stability Control) come già visto sulla straordinaria e performante Lancer Evolution.

mitsubishi_concept_ra_21_430.jpg

Ma sulla Concept-RA, a questo sistema di trasmissione integrale che tanto potenzia la dinamica del veicolo, si aggiungono i nuovi sistemi di sterzo attivo (Active Steering) e controllo attivo delle sospensioni (Active Damping Control), che offrono al guidatore un controllo ed una gestione della stabilità altamente superiori.

mitsubishi_concept_ra_13_430.jpg

Il sistema S-AWC gestisce integralmente tutti questi sistemi assicurando un sofisticato livello di controllo su coppia e frenata e migliorando dunque le caratteristiche di trazione, sterzata e stabilità del veicolo.

mitsubishi_concept_ra_20_430.jpg

Questo complesso sistema di trazione elettronica e controllo della trasmissione fa sì che il comportamento del veicolo corrisponda realmente alle intenzioni e agli input di chi lo guida in tutte le condizioni e circostanze, dalla normale guida quotidiana alla gestione di improvvisi pericoli da evitare.

mitsubishi_concept_ra_27_430.jpg

La MITSUBISHI Concept-RA è alimentata da un nuovo turbodiesel 4 cilindri da 2,2 litri 16 valvole DOHC che unisce potenza e basse emissioni. Il propulsore è inoltre dotato dell’innovativo sistema di fasatura variabile MIVEC1 che offre profili delle camme separate per alti e bassi regimi.

mitsubishi_concept_ra_22_430.jpg

Questo nuovo turbodiesel è anche dotato dell’iniezione diretta common-rail con iniettori piezoelettrici, che ha consentito l’adozione di un rapporto di compressione inferiore e della turbina variabile VD (Variable Diffuser)/VG (Variable Geometry).

mitsubishi_concept_ra_25_430.jpg

I valori di questo diesel pulito da 2,2 litri corrispondono a un’erogazione massima di 201 CV (150 kW) e a una coppia massima di 310 ft. lbs (42,8 kg-m). Al fine di risultare pienamente conforme alle normative nordamericane sulle emissioni (standard Tier II Bin 5), il propulsore diesel è dotato di un nuovo convertitore catalitico con catalizzatore DOC (Diesel Oxidation Catalyst), trappola per gli ossidi di azoto (NTC) e filtro antiparticolato (DPF).

mitsubishi_concept_ra_24_430.jpg

Grazie al cambio a doppia frizione Mitsubishi Twin Clutch SST, questo diesel ricco di coppia garantisce una guida sportiva mantenendo un elevato grado di efficienza del carburante. Per la MITSUBISHI Concept-RA è stato fatto un utilizzo estensivo di materiali leggeri, al fine di ridurre la massa del veicolo e migliorarlo sotto il profilo delle prestazioni, dell’economia di carburante e della sicurezza.

mitsubishi_concept_ra_23_430.jpg

 Infatti, la nuova struttura della carrozzeria di questa coupé atletica utilizza un telaio a traliccio che combina estrusioni e fusioni d’alluminio e una resina plastica riciclabile resistente agli urti per il cofano, i parafanghi e altri pannelli esterni.

mitsubishi_concept_ra_14_430.jpg
 
mitsubishi_concept_ra_6_430.jpg
 
mitsubishi_concept_ra_11_430.jpg
 
mitsubishi_concept_ra_10_430.jpg
 
mitsubishi_concept_ra_9_430.jpg

Mitsubishi Lancer

Il nuovo modello, lungo 4,570 m per 1,760 m di larghezza, riprende le linee dinamiche dei prototipi Mitsubishi Concept-X e Concept-Sportback e quindi uno stile filante e spigoloso, caratterizzato dall’andamento cuneiforme del corpo vettura nonchè dal cofano motore spiovente.

art_18804_2_lancer_02_big.jpg

La nuova Lancer si presenta con una linea totalmente diversa al precedente modello. Questa linea punta su un carattere di sportività marcata e su linee tese e aggressive, volte a sottolineare la strettissima parentela con la versione Evo, da tutti conosciuta come una delle auto più usate in ogni categoria rally.

art_18804_2_lancer_03_big.jpg 

Il frontale è stato ridisegnato rispetto alla serie che l’ha preceduta: adesso è muscoloso con nervature tese, ha una ampia mascherina trapezoidale che comprende anche parte del paraurti e la targa anteriore, fari appuntiti che catturano lo sguardo.

anteprima_mitsubishi_lancer_39082.jpg 

Anche il posteriore è stato riprogettato, con la differenza di coda fra la 4 porte e la Sportback (o versione a 5 porte). La coda della 4 porte ha uno stampo classico, come su tutte le berline tradizionali che si rispettano con un tocco di sportività e di design dato dai fari rettangolari inclinati che danno una sensazione di movimento in linea con il moto sportivo della Lancer.

_biglancer_spy-evo.jpg 

Invece il posteriore della Sportback si denota per la presenza di un lunotto un po’ piccolino, di una dinamica coda bombata, e di uno spoiler ampio che anche qui sottolinea la parentela forte, anzi fortissima fra la Sportback e la Evo.

_biglancer_spy-evo-2.jpg 

Entrando a bordo (interno molto spazioso, plurimodulabile, e con la presenza di tanti portaoggetti) notiamo come la Lancer abbia una qualità costruttiva più che soddisfacente, l’assemblaggio è fatto a regola d’arte, i materiali usati sono da berlina del suo rango, e ritroviamo, soprattutto nell’analisi della plancia e del posto di guida quell’impostazione sportiva già presente sia nel frontale che nella coda.

art_18804_2_lancer_04_big.jpg 

Andando a visualizzare nel dettaglio la plancia, possiamo notare come sia elegante e lineare, con tutti i comandi giusti nel posto giusto (intuitivi e pratici i comandi clima e radio in consolle). Il quadro strumenti a “doppio tunnel”, il volante in pelle a 3 razze, i sedili avvolgenti sono i tocchi di sportività che l’abitacolo propone.

art_18804_2_lancer_05_big.jpg

La nuova Lancer è basata sulla piattaforma “Progetto Globale” di Mitsubishi utilizzata tra l’altro dalla nuova Outlander. Un telaio che gode di una rigidità decisamente migliorata ed ha un passo di 35 millimetri maggiore del precedente.

la-nuova-lancer_1.jpg

La meccanica si preannuncia altrettanto interessante. La berlina Made in Japan è equipaggiata con 3 motori a benzina (1500 da 109 cv, 1800 da 143 cv e 2000 Turbo da 295 cv, quest’ultimo esclusivo per la Evo), uno diesel (2000 DID da 140 cv), in 2 varianti di carrozzeria (4 porte e Sportback), negli allestimenti Inform, Invite, GSR, MR TC SST (questi ultimi esclusivi per la serie Evo).

la-nuova-lancer_3.jpg

MITSUBISHI LANCER SPORTBACK 5 PORTE

Presentata in via ufficiale in occasione del recente Salone di Parigi, la Mitsubishi Lancer Sportback arriva finalmente sulle strade europee dopo essersi mostrata, negli anni scorsi, numerose volte nei saloni dell’auto internazionali solo in versione Concept Car.

lancer_3_sportback.jpg 

Rispetto alla berlina 4 porte vanta dimensioni esterne più contenute e un bagagliaio con capienza maggiore. Tre le motorizzazioni disponibili al lancio, due a benzina e una a gasolio: il 1.5 benzina da 109 CV, il 1.8 da 143 CV, e il 2.0 turbodiesel da 140 CV.

Mitsubishi-Lancer_Sportback_Ralliart_2009.jpg 

Nella primavera del 2009 arriverà anche un diesel Mitsubishi di nuova generazione. Tutti saranno combinati col differenziale ‘Active Center Differential’ che assicura la coppia massima di 343 Nm.

LANCER2.jpg 

La versione più sportiva, diretta concorrente della nuova Subaru Impreza, sarà la Lancer Sportback Ralliart (disponibile dal 2009) spinta dal 2 litri MIVEC turbo della Mitsubishi Evolution ma con qualche cavallo in meno: 237 CV.

LANCER1.jpg

MitsubishiLancerSportback_02.jpg

MitsubishiLancerSportback.jpg

la-nuova-lancer_6.jpg

la-nuova-lancer_8.jpg

Mitsubishi Colt

Mitsubishi-Colt_2009_0a.jpgLanciata nel 2004, arriva la versione 2009 della Colt. La Nuova Mitsubishi Colt si presenta come un restyling che propone una nuova linea estetica e nuovi contenuti. Caratterizzata da un ottimo rapporto qualità prezzo, la Nuova Colt è in vendita da Gennaio del 2009.

Mitsubishi-Colt_2009_06.jpg

Un nuovo design per una vettura che è stata molto apprezzata in tutti i mercati in cui è stata proposta. Il frontale è nuovo e richiama quello della Lancer, più sportivo e cattivo, con una vista laterale più slanciata. Nuovo il portellone posteriore, i paraurti, più bassi i gruppi ottici.

Mitsubishi-Colt_2009_0b.jpg 

La Nuova Colt è più bassa e più larga della versione precedente. Internamente, novità per quanto concerne la strumentazione. Nuovo anche il volante.  Per quanto riguarda i motori, non ci sono novità rispetto al modello precedente.

Mitsubishi-Colt_2009_07.jpg 

Si nota l’assenza di motori a gasolio, mentre sarà presentata la novità della versione Benzina Gpl, una 3 cilindri con cilindrata 1.100 cc, adeguata alla crescente richiesta di questo tipo di soluzione adatta a chi cerca di avvantaggiarsi dei bassi costi di gestione delle vetture a Gpl.

Mitsubishi-Colt_2009_0c.jpg 

Motorizzazione di partenza, la 1.1 da 75 cavalli, la 1.3 da 95 cavalli e la versione più potente, la Ralliart, 1.500 cc turbo con una potenza di 150 cavalli. Questa versione, la Colt Ralliart, sostituisce la CZT. Nuovi spoiler posteriori, vistose minigonne laterali, vetri scuri e caratterizzante targhetta rosas con la scritta Ralliart sono le differenze con le versioni meno potenti della Colt.

Mitsubishi-Colt_2009_11.jpg 

Molto potente il motore, con cambio manuale a 5 marce, con una coppia massima di 210 Nm a 3.500 giri. Sportivo l’assetto con sospensioni più rigide e nuovi ammortizzatori.

Mitsubishi-Colt_04.jpg 

Sono 3 le versioni della Nuova Mitsubishi Colt: La Inform, la Invite e la Ralliart. I prezzi variano da 11.550 euro (1.1 3 porte allestimento Inform) ad un massimo di 18.250 euro della Ralliart 5 porte.

2009_Mitsubishi_Colt_GB_02.jpg 

 La versione Ralliart ha tra gli accessori di serie, i cerchi in lega da 16 pollici, il sistema Cruise Control con comandi al volante. Nell’allestimento di base troviamo comunque presenti climatizzatore, sedili sdoppiabili, airbag ed Abs. Nell’allestimento Invite troviamo i cerchi in lega da 15 pollici, l’impianto stereo con lettore cd ed Mp3 ed i comandi al volante.

Mitsubishi-Colt_2009_17.jpg

 

2009_mitsubishi_colt_image013.jpg

Mitsubishi-Colt_2009_23.jpg

Mitsubishi lancer evo X – Concept X

art_15608_3_lancer_evo_01.jpgMitsubishi Lancer Evo X, berlina da poco presentata che ha perso l’aria dimessa della generazione precedente puntando su una linea decisamente più moderna. Quando pronunciamo la parola “Lancer”, il nostro pensiero va ovviamente alla versione Evolution, una lunga scia di vetture nate e concepite per i rally: la sobrietà va a farsi benedire, e lascia spazio ad esagerazioni che sono il pane per gli occhi dell’appassionato.
Anche questa nuova generazione di Lancer è destinata a passare sotto i ferri del reparto corse Mitsubishi, per diventare l’arma definitiva chiamata Evolution X.

big_mitsubishi_lancer_evo_x_01.jpg


Con Mitsubishi Concept –X i tecnici nipponici non si sono limitati alle sole linee da supercar , lavorando sodo anche sotto il generoso e muscoloso cofano motore.
Questa nuova concept car è stata infatti fornita di un propulsore 2.0 litri 4 cilindri DOHC MIVEC con turbo intercooler, in grado di garantire prestazioni notevoli con potenze e coppie degne della livrea sportiva.

big_mitsubishi_lancer_evo_x_03.jpg

La trasmissione scelta per Mitsubishi Concept – X si basa su un cambio automatico/manuale a sei rapporti, in grado di garantire un’efficienza di trasmissione molto più elevata rispetto ad un tradizionale cambio manuale.
Il sistema di trazione merita un argomento a parte. Denominato S-AWC, acronimo di Super All Wheel Control, è basato sul noto sistema di trazione integrale Mitsubishi, utilizzato anche su Lancer Evolution, a cui sono stati però aggiunti diversi sistemi di controllo, tra cui l’Active Brake Control, l’Active Steering System e il Roll Control Suspension.

big_mitsubishi_lancer_evo_x_06.jpg


Il sistema Roll Control Suspension, lavora poi in completo accordo con il comparto sospensionistico composto dalla struttura MacPherson all’anteriore e da un sistema multi-link al posteriore. Come potete apprezzare nella nostra photogallery le sportivissime coperture Yokohama Advan rivestono i cerchi in lega da 20 pollici. Tra le razze sdoppiate si possono scorgere i bei dischi freno forati e le pinze griffate Brembo, garanzia di decelerazioni mozzafiato.
Gran parte della struttura di Mitsubishi Concept-X è realizzata in alluminio, garantendo così una leggerezza notevole senza però compromettere la solidità e la sicurezza della vettura.

big_mitsubishi_lancer_evo_x_05.jpg

La scelta di concentrare la riduzione di peso della parte superiore della macchina, di alleggerire il peso delle porte e della testa del motore, ha garantito un abbassamento sostanziale del baricentro a tutto vantaggio della tenuta di strada.
La struttura interna di Mitsubishi Concept-X è stata realizzata con lo scopo di ottimizzare il “dialogo” tra il pilota e la vettura. L’elevata definizione del monitor LCD contribuisce a rendere sempre ben leggibile le informazioni proiettate, riguardanti lo stato operativo del sistema S-AWD piuttosto che la mappa di navigazione o le informazioni del computer di bordo. Stesso trattamento tecnologico è offerto anche ai passeggeri forniti di un personale monitor LCD posto nel poggiatesta dei sedili anteriori.

big_mitsubishi_lancer_evo_x_07.jpg

La presenza di tante comodità per gli occupanti fa da contrasto all’allestimento piuttosto corsaiolo, degnamente rappresentato dai sedili contenutivi “a guscio” e dalle finiture in pelle ed alluminio.

big_mitsubishi_lancer_evo_x_02.jpg